Sharapova: “Vi svelo un aneddoto su mia madre e sul mio primo titolo Slam”



by   |  LETTURE 5885

Sharapova: “Vi svelo un aneddoto su mia madre e sul mio primo titolo Slam”

L’ultimo torneo ufficialmente disputato da Maria Sharapova è stato quello degli Australian Open, edizione 2020: uscita dalle prime 150 giocatrici del mondo, la russa ha perso al primo turno contro la croata Donna Vekic, per 6-3 6-4.

Pochi giorni prima era uscita anche nella prima partita di Brisbane, stavolta contro Jennifer Brady. Maria ha trionfato a Melbourne nel 2008, vincitrice in finale su Ana Ivanovic. Intervenendo sul podcast ‘Second Life’, la bella russa ha ricordato un divertente episodio andato in scena più di sedici anni fa, in occasione del suo primo – ed unico – trionfo sull’erba di Church Road, quando era ancora una teenager.

Il ricordo di Maria Sharapova

In quell’edizione di Wimbledon, la diciassettenne Sharapova occupava già la 17° testa di serie ed era solo alla sua seconda partecipazione nel Major inglese. Maria superò piuttosto agevolmente Yuliya Beygelzimer, Anne Keothavong, Daniela Hantuchova ed Amy Frazier, qualificandosi per i quarti di finale.

Qui sconfisse Ai Sugiyama in rimonta, così come Lindsay Davenport nel turno successivo. In finale superò dunque l’americana Serena Williams, detentrice del titolo, con il punteggio di 6-1 6-4. “Ricordo che mia madre, in quel momento, era in realtà su un volo aereo”, ha detto oggi Sharapova.

“Era quel periodo in cui cominciavano ad apparire le piccole televisioni sugli aerei, mia madre ne aveva una accesa. Mi vide vincere a 30 mila piedi di altezza. Poi corsi sul campo e raggiunsi il mio borsone, abbracciai mio padre e feci per prendere il cellulare e chiamare la mamma, dimenticando che era ancora in volo”.

La russa tornerà in finale a Wimbledon un’ultima volta nel 2011, perdendo però contro la ceca Petra Kvitova. Maria vanta anche una medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra 2012, quando è stata sconfitta nell’ultima partita da Serena Williams con il netto punteggio di 6-0 6-1.

Purtroppo, quest’anno l’evento di Church Road non si è tenuto a causa dell’emergenza Covid. Photo Credit: Sports Illustrated