Naomi Osaka: “Voglio trovare il giusto equilibrio nella mia vita”



by   |  LETTURE 1303

Naomi Osaka: “Voglio trovare il giusto equilibrio nella mia vita”

Nessun tennista nipponico, prima dell’arrivo della giovane Naomi Osaka, aveva mai vinto un trofeo Major o raggiunto la prima posizione delle classifiche mondiali. Naomi è riuscita a fare entrambe le cose, conquistando ben tre titoli Slam e mantenendo il primo posto WTA per 25 settimane.

Ventitre anni compiuti lo scorso 16 ottobre, Osaka inizierà la nuova stagione tentando di imprimere il suo secondo sigillo agli Australian Open, torneo che ha vinto nel 2019 superando in finale la ceca Petra Kvitova.

Nell’ultima edizione dello Slam di Melbourne ha invece perso al terzo turno, battuta dalla talentuosa americana Cori ‘Coco’ Gauff.

Naomi parla delle diverse attività nella sua vita

In un’intervista resa nota anche da EssentiallySports, l’ex numero uno del mondo ha rivelato la sua visione della vita: “Prima credevo che tutto dipendesse dal tennis, adesso invece capisco che bisogna trovare il giusto equilibrio.

Voglio diventare una persona preparata ed informata, voglio possedere una vasta comprensione delle cose, o anche di quelle piccole cose che equivalgono ad una grande. Desidero essere una brava persona con tutti quelli che incontro”.

Naomi ha quindi fatto il punto della situazione: “Così è come se parlassi di videogiochi, ma penso che l’attuale me stessa abbia raggiunto il livello 50 di tennis, mentre tutto il resto è al livello 5 o 6.

Voglio uniformare e trovare il giusto equilibrio in tutto questo”. Oggi Naomi occupa la terza posizione della classifica femminile di singolare, a circa tremila punti di distanza dalla vetta, detenuta dall’australiana Ashleigh Barty.

Sono attualmente tre le giocatrici giapponesi nella top 100 mondiale: oltre ad Osaka anche Nao Hibino (73°) e Misaki Doi (83°). Naomi non scende in campo dalla vittoria ottenuta nella finale degli Us Open contro Victoria Azarenka in tre set, avendo rinunciato a prendere parte al Roland Garros e all’ultima parte dell’anno a causa di un infortunio.

Le WTA Finals non sono state organizzate, assieme a molti altri eventi non andati in scena a cusa della pandemia di Coronavirus. Photo Credit: Eurosport