Aliassime e il cambio di coach: “Voglio raggiungere il livello successivo”



by   |  LETTURE 1979

Aliassime e il cambio di coach: “Voglio raggiungere il livello successivo”

Il ventenne Félix Auger-Aliassime ha preso parte quest’anno a diciassette tornei: un numero considerevole, data la stagione praticamente dimezzata a causa del virus. I suoi migliori risultati sono arrivati a Rotterdam, Marsiglia e Colonia, dove ha raggiunto la finale: il giovane è stato sconfitto da Gael Monfils, Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev.

Dopo aver disputato sei finali nella sua giovane carriera, Félix non ha ancora sollevato il primo trofeo ATP. La stagione 2020 lo ha visto protagonista anche in doppio, specialità in cui ha trionfato nel recente appuntamento di Parigi-Bercy assieme al polacco Hubert Hurkacz.

Circa un mese fa, il tennista nordamericano ha deciso di chiudere la collaborazione col coach Guillaume Marx, che durava ormai da sei anni.

Gli obiettivi di Félix Auger-Aliassime

Oggi al numero 21 del mondo, il giocatore di Montreal è stato anche 17° un anno fa.

Come raccontato da EssentiallySports, Aliassime ha commentato la sua rottura con Marx e i propositi da raggiungere col nuovo allenatore: “Ci stavo pensando da un po’. Era arrivato il tempo per me di cercare nuovi consigli e affrontare nuove sfide per portarmi al livello successivo.

Disputare tre finali, vincere un grosso titolo di doppio a Parigi e raggiungere per la prima volta la seconda settimana in un Grand Slam, agli Us Open, sono tutti elementi positivi. Ci sono stati alti e bassi, ma da quest’anno ho ricevuto e percepito buone sensazioni.

La cosa più importante è che mi sono trovato soddisfatto del modo in cui ho elevato il mio gioco e anche la mia maturità, sono cresciuto come persona”. Félix vanta un bilancio di 23 vittorie e 19 sconfitte nel 2020, che lo classificano al terzo posto in quanto a numero di match disputati in questa stagione (prima di lui solo Andrej Rublev e Novak Djokovic).

Il suo miglior risultato in un evento dello Slam è rappresentato dagli ottavi di finale raggiunti agli ultimi Us Open di New York, in cui ha anche sconfitto in tre set l’ex numero uno ATP Andy Murray al secondo turno. Photo Credit: Next Gen ATP Finals