Dominic Thiem snobba la PTPA di Novak Djokovic: “Non mi sento pronto”



by   |  LETTURE 3207

Dominic Thiem snobba la PTPA di Novak Djokovic: “Non mi sento pronto”

Malgrado la sconfitta patita in due set contro Andrey Rublev, il ventisettenne Dominic Thiem è certo di disputare la semifinale delle ATP Finals, torneo che l’anno scorso lo ha visto perdere nell’ultimo match contro Stefanos Tsitsipas.

Si tratta della quinta partecipazione dell’austriaco all’evento inglese, che ha disputato per la prima volta nel 2016. Quest’anno, Dominic ha vinto il suo primo titolo del Grand Slam agli Us Open, sconfiggendo in finale Alexander Zverev in rimonta al quinto set.

Ha anche raggiunto l’ultimo atto degli Australian Open, superato invece da Novak Djokovic.

Thiem parla della PTPA e dell’ATP

Come ormai tutti sappiamo, lo scorso agosto Djokovic e Vasek Pospisil hanno dato vita alla ‘Professional Tennis Player Association’ (PTPA), nata in contrasto con l’‘Association Tennis Professionals’ guidata dall’italiano Andrea Gaudenzi.

Scopo del serbo era quello di creare un organismo autonomo ed indipendente dall’ATP, operazione che non è stata vista di buon occhio da molti giocatori ed ex campioni, che hanno sottolineato l’incertezza dell’attuale periodo storico e la necessità di una maggiore coesione tra le istituzioni e i membri del Tour.

“Adesso non mi sento pronto”, ha detto a tal proposito il numero 3 del mondo Dominic Thiem, che ha rifiutato l’ingresso nella PTPA di Djokovic. “Forse tra due o tre anni cambierò idea. Mi piace ciò che l’ATP sta facendo.

Non vedo il motivo per cui dovrei affidarmi ad un’altra associazione. In ogni caso, ognuno può fare quello che vuole ovviamente”. Thiem vanta un bilancio di 24 vittorie e 8 sconfitte nel 2020, stagione che ha visto la cancellazione di tornei come Indian Wells, Miami, Monte Carlo, Madrid, Toronto e Wimbledon.

Presente anche all’appuntamento casalingo di Vienna, l’austriaco ha perso nei quarti di finale contro Andrey Rublev in due set, che lo ha battuto per 7-6 6-2. Dominic si è fermato ai quarti anche al Roland Garros, sconfitto da un ottimo Diego Schwartzman che quest’anno ha vissuto una stagione davvero straordinaria, dopo essere entrato per la prima volta in top 10 ed essersi qualificato anche alle ATP Finals. Photo Credit: Eurosport