Sinner: "Il tennis è stato il mio terzo sport, ecco il motivo per cui l'ho scelto"



by   |  LETTURE 6235

Sinner: "Il tennis è stato il mio terzo sport, ecco il motivo per cui l'ho scelto"

La sua prima vittoria in carriera in un torneo Atp è forse oscurata dall'inizio delle Nitto Atp Finals di Londra di fine anno, ma il 2020 di Jannik Sinner, nonostante una stagione più che anomala, si può definire assolutamente straordinario.

L'azzurro ha ottenuto grandi risultati, ha un record abbastanza prolifico ed ha mostrato una grande maturità che appare insolita visto i soli 19 anni e ormai 3 mesi del tennista. La vittoria nell'Atp 250 di Sofia rappresenta la ciliegina sulla torta di una buona stagione e l'inizio di quella che potrebbe rivelarsi una grande carriera.

Le parole di Jannik Sinner al sito Atp

Attraverso il sito ufficiale dell'Atp Jannik ha concesso la sua prima intervista da campione di un torneo, ha raccontato aneddoti sulla sua vita e spunti molto interessanti per comprendere la sua grande mentalità.

Ecco, nello specifico, le sue dichiarazioni: "Vincere questo titolo significa davvero molto per me, solitamente c'è un grandissimo lavoro prima di arrivare ad un risultato del genere. Sono consapevole che ormai faccio parte di un processo a lungo termine, ma bisogna avere gioie come queste per mostrare a tutti e soprattutto a te stesso il duro lavoro che stai svolgendo, così puoi comprendere che questo lavoro sta portando risultati.

Questo è un piccolo passo, ma c'è ancora tanto da fare. Vedremo dove sarò tra qualche anno" Obiettivi prossima stagione? "Ora voglio tornare a casa sano, godermi un po' la mia famiglia e iniziare a lavorare per gli Australian Open 2021.

Penso mi prenderò due giorni di ferie e poi inizia la preparazione per Melbourne, voglio iniziare al meglio il primo grande Slam della prossima stagione. Arriverò con molta fiducia in me stesso guidato da Riccardo Piatti, lui ha molta esperienza e mi sta dando una grossa mano.

Inoltre la mia famiglia mi sostiene sempre anche se nella mia vita sportiva la persona chiave è lui, mi sento fortunato ad averlo" Infine Sinner rivela un aneddoto riguardo la sua passione per lo sci: "Il tennis è stato il mio terzo sport per diverso tempo, giocavo anche a calcio oltre allo sci.

Poi ho smesso negli altri due sport perché ho capito che voleva fare parte delle competizioni. Ho scelto il tennis rispetto allo sci perché per me c'è maggiore divertimento, troviamo più margine per gli errori e delle reazioni, nello sci è tutto più meccanico. Se sbagli sei fuori"