Andrey Rublev: “Ancora non mi rendo conto di essere in top 10”



by   |  LETTURE 2127

Andrey Rublev: “Ancora non mi rendo conto di essere in top 10”

Il ventitreenne russo Andrey Rublev è certamente una delle stelle emergenti di questo sport. Nel 2020, anno pesantemente compromesso dalla pandemia di Coronavirus, è riuscito ad aggiudicarsi cinque titoli del circuito maggiore: Doha, Adelaide, Amburgo, San Pietroburgo e Vienna.

Un mese fa è entrato per la prima volta nella top 10 mondiale ed oggi occupa l’8° posizione del ranking ATP.

Rublev commenta il suo grande risultato

Il russo, che si è anche guadagnato la sua prima storica qualificazione alle Finals londinesi, ha raggiunto quest’anno i quarti di finale agli Us Open ed al Roland Garros, sconfitto rispettivamente dal connazionale Daniil Medvedev e dal greco Stefanos Tsitsipas.

Commentando la sua prima partecipazione al Master di fine anno e il suo ingresso tra i primi dieci giocatori del mondo, Rublev ha detto a Tennis Majors: “Naturalmente, mi rendo conto che quest’anno il mio livello sia da top 10 – perché adesso io sono un top 10 – ma è come se ancora non me ne rendessi conto.

Spero non accada come già successo a molti altri giocatori, che dopo aver vissuto una stagione fantastica ed essere entrati tra i primi dieci della classifica sono spariti senza tornare mai più”. Andrej ha proseguito: “Per questo il mio principale obiettivo è cercare di scoprire se riuscirò a mantenere questo livello, continuare a migliorare, vedere se sono in grado di rimanere qui per un po’ di tempo, competere con i top players e i top 20, perché ci sono un sacco di cose che devo migliorare.

Ci sono anche tante persone che stanno facendo le cose molto meglio di me. Sono proprio questi gli elementi che devo cambiare e migliorare se voglio restare qui”. Sono tre i tennisti russi attualmente in top 100: oltre a Rublev, anche Daniil Medvedev (4°) e Karen Khachanov (20°).

L’edizione 2020 delle ATP Finals sarà l’ultima ad essere disputata nell’impianto dell’O2 Arena di Londra: a partire dal prossimo anno, la competizione si sposterà in Italia, nella città di Torino. Photo Credit: ATP Tour