Piatti sulla vittoria di Jannik Sinner: "Ricorderà per sempre questo torneo"



by   |  LETTURE 9982

Piatti sulla vittoria di Jannik Sinner: "Ricorderà per sempre questo torneo"

Ci sono giorni che rimarranno sempre impressi nella mente di ogni singolo tennista. Jannik Sinner potrà raccontare così di aver vinto il primo torneo ATP della sua carriera il 14 novembre 2020. Dopo aver battuto in tre set Vasek Pospisil a Sofia, Sinner non si è lasciato andare, non è nel suo carattere.

Il motivo di questa sua impassibilità è da ricercare nella storia dei grandi campioni: quelli che non si accontentano mai e guardano sempre alla prossima partita, al prossimo avversario ed al prossimo torneo.

Piatti commenta la vittoria di Sinner al torneo ATP 250 di Sofia

Riccardo Piatti conosce Sinner molto bene, forse più di chiunque altro, ed nel corso di un'intervista a Sky Sport ha voluto analizzare i numeri e le prestazioni che hanno portato il suo allievo fino alla 37esima posizione del ranking mondiale a soli 19 anni.

“Questo è un passaggio, una crescita che lui deve fare” , ha spiegato l’allenatore italiano. “Purtroppo per il Coronavirus ha giocato meno quest’anno, però ha fatto molti passi in avanti.

Per me, la partita più importante è stata quella giocata a Roma con Tsitsipas. Ha capito di poter dire la sua anche contro questi campioni. Era convinto di poter vincere il titolo a Sofia, è partito con questa idea.

Si era allenato molto bene la settimana precedente. A Vienna ha perso da Rublev, ed il russo ha vinto il torneo. A Colonia ha perso in semifinale da Zverev che ha vinto il torneo. Ed al Roland Garros ha perso contro Nadal. Era consapevole delle sue possibilità.

Sofia è un punto di partenza. È il primo torneo vinto e lui lo ricorderà per sempre. Esposizione mediatica? No. Io alleno da 40 anni. Ho già allenato Djokovic, Raonic, Ljubicic. Questa è la vita di un professionista.

Lui è giovane e sicuro. Bisogna solo spiegargli come comportarsi. Bisogna ricordargli come ha fatto ad arrivare lì. Ha fatto tante cose importanti in questo torneo, ma dopo ogni vittoria si allenava la sera” .

Il periodo di pausa per Sinner non sarà lungo: la prossima stagione inizierà a gennaio ed è già tempo di pensare alla preparazione. “Starà fermo quattro o cinque giorni, una settimana.

Poi dopo dobbiamo ripartire per lavorare. Lui conosce bene il lavoro. Dobbiamo solo lavorare tanto ed andare avanti. Tutto quello che succede intorno a lui è parte del mestiere, ma non vedo nessuna controindicazione. Lui vive tutto con tranquillità.

Futuro? Mi aspetto che giochi tutto l’anno nel 2021, che faccia 25 tornei. Mi aspetto che vinca partite importanti nei tornei importanti, ma anche che perda delle partite importanti. Deve vivere per due o tre anni queste situazioni. Quando sarà pronto, inizierà la sua carriera” . Photo Credit: LAP.BG