Il commento di Jannik Sinner dopo la vittoria contro Alex De Minaur



by   |  LETTURE 6226

Il commento di Jannik Sinner dopo la vittoria contro Alex De Minaur

Il giovane talento italiano Jannik Sinner sta concludendo la stagione nel migliore dei modi e dopo gli ultimi ottimi risultati ha raggiunto la semifinale anche nel torneo Atp 250 di Sofia. Ai Quarti l'azzurro ha battuto per la seconda volta l'australiano Alex De Minaur, al termine di un bellissimo match.

Il giovane Aussie è partito alla grande e complice qualche problemino con il diritto di Jannik si è aggiudicato il primo set al tie break. Come al solito in questa stagione Sinner ha reagito con sangue freddo e grazie ad un break nel settimo gioco ha conquistato il set per 6-4.

Nel terzo set ha poi strappato applausi a scena aperta e dominato l'avversario in un match concluso con il risultato di 6-7;6-4;6-1.

Le parole di Sinner nel post partita dopo De Minaur

Dopo aver conquistato il pass per le semifinali Sinner ha così parlato nel post gara commentando una vittoria conquistata con gran temperamento: "In gare come queste la chiave è l'equilibrio in campo, bisogna capire il momento in cui bisogna andare alla grande.

C'è bisogno di servire con la prima di servizio nei punti importanti e poi ovviamente è più semplice vincere il punto. Mi sono concentrato molto su questa cosa e ho provato a giocare sempre nello stesso angolo perché Alex è velocissimo.

Mannarino? Adrian è davvero un tennista duro, un mancino che serve bene e si muove abbastanza bene negli scambi lunghi. Sarà un'altra gara nto fisica. Ora devo parlare con il mio allenatore e decidere come giocherò domani, così cercherò di essere preparato per il match"

In questa stagione Jannik Sinner ha mostrato alcune delle sue migliori qualità ed ha battuto diversi avversari di spessore come ad esempio il top ten e tennista greco Stefanos Tsitsipas. Tra i migliori risultati della stagione Sinner annovera sicuramente i Quarti di Finale al Roland Garros, torneo dove ha battuto Alexander Zverev e dove è caduto solo contro il numero due al mondo e tredici volte vincitore a Parigi Rafael Nadal.