James Blake: "Vi spiego perché vorrei tanto allenare Nick Kyrgios"



by   |  LETTURE 1507

James Blake: "Vi spiego perché vorrei tanto allenare Nick Kyrgios"

È entrato nel mondo del tennis come un giovane di talento e sicuramente ha portato grandi aspettative, ma Nick Kyrgios è al momento bloccato in una sorta di comfort zone che lo vede però non concentrarsi a pieno nel mondo dello sport.

Attualmente il tennista, preoccupato per la Pandemia e per tutto ciò che sta comportando il problema Coronavirus, non sta disputando alcun torneo e una delle cose che più volte incuriosisce è il fatto che non ha un vero coach.

Diversi ex tennisti si sono offerti in passato di allenarlo, pensiamo a John McEnroe, ma la realtà è che il talento di Nick Kyrgios è davvero difficile da gestire. Ora l'ultimo ex tennista che ha dichiarato che vorrebbe allenarlo è l'americano James Blake.

Perché James Blake vorrebbe allenare Nick Kyrgios?

Intervistato sulle colonne di Esssentially Sports Blake ha svelato perché gli piacerebbe allenare Kyrgios, un tennista sicuramente che non gradire l'autorità e la disciplina.

Ecco le sue parole:" Nick Kyrgios è probabilmente il tennista che più mi piacerebbe allenare. Io ho sempre pensato che il peggior tennista da allenare e colui che è già molto preparato. Vorrei essere un coach di qualcuno che ancora non ha raggiunto il suo potenziale massimo.

Quindi sicuramente se sento che qualcuno non ha ancora raggiunto il suo pieno potenziale, quello è sicuramente Nick. So che sicuramente molte persone non hanno questa voglia di allenarlo visto la sua storia e visto il fatto che sembra difficile stargli dietro, ma quando lo vedo penso che ha davvero tanto potenziale e che potrebbe avere grosse opportunità.

Il vero allenatore deve mettersi alla prova e con Kyrgios sicuramente potrei avere questa opportunità " Kyrgios ha bisogno di un coach simile a ciò che ha fatto (o sta provando a fare) David Ferrer per Alexander Zverev.

Nel corso della sua carriera Kyrgios ha raggiunto come Best Ranking la 13 posizione nell'ormai lontano 2016, ma si è poi "perso" ed è ora fuori dalle prime posizioni della classifica mondiale.

Il suo miglior risultato in uno Slam sono i Quarti di finale, raggiunti a Wimbledon nel 2014 ed agli Australian Open nel 2015.