Guy Forget: “Abbiamo bisogno di giocatori come Daniil Medvedev”



by   |  LETTURE 1515

Guy Forget: “Abbiamo bisogno di giocatori come Daniil Medvedev”

Il russo Daniil Medvedev, 24 anni, ha vinto il suo primo titolo del Rolex Paris Masters di fine anno, sconfiggendo in finale Alexander Zverev in rimonta. Nel corso del torneo ha superato anche Kevin Anderson, Alex De Minaur, Diego Schwartzman e Milos Raonic.

Si è trattata della prima finale stagionale per Medvedev, che ha potuto sollevare così il suo terzo trofeo di un evento Masters 1000. Detentore della competizione era il serbo Novak Djokovic, campione lo scorso anno sul giovane Denis Shapovalov.

Forget elogia Daniil Medvedev

Il direttore del torneo, il francese Guy Forget, ha speso delle bellissime parole per il nuovo vincitore: “Sappiamo che è un tipo un po’ capriccioso e stravagante, ma sta proprio in questo il suo fascino.

Ha quel piccolo tocco di follia che ce lo rende comprensivo. Ricordiamo tutti il suo battibecco nel 2019 con il pubblico di New York, che lo aiutò ad andare oltre se stesso. Ricordava un certo John McEnroe. Il tennis ha bisogno di giocatori come lui, un po’ differenti.

Abbiamo un campione straordinario”. Si è trattato dell’ottavo titolo in carriera per Medvedev, che adesso guida gli scontri diretti con Zverev per 5-2. Il russo volerà adesso a Londra, per disputare le ATP Finals: Daniil si era già qualificato per la prima volta lo scorso anno, senza tuttavia riuscire a conquistare una sola partita del Round Robin.

Presenti in Inghilterra anche Nole Djokovic, Rafa Nadal, Dominic Thiem, Stefanos Tsitsipas, Alexander Zverev, Andrej Rublev e Diego Schwartzman. Il nostro Matteo Berrettini, presente a Londra l’anno passato grazie anche alla semifinale raggiunta a Flushing Meadows, stavolta non è riuscito a ripetere l’impresa per una manciata di punti.

Il 2020 ha visto la cancellazione di numerosi appuntamenti del calendario tennistico, tra cui il torneo di Wimbledon (non accadeva dal 1945). La prossima stagione prenderà avvio in Australia nell’incertezza più totale, con la speranza che il virus Covid-19 possa essere definitivamente sconfitto grazie al vaccino, oggi ancora in fase di sperimentazione. Photo Credit: Eurosport