Medvedev: "Non è facile giocare contro di me quando mi esprimo a questi livelli"



by   |  LETTURE 2174

Medvedev: "Non è facile giocare contro di me quando mi esprimo a questi livelli"

Daniil Medvedev ha finalmente vinto il primo titolo del suo altalenante 2020. Il tennista russo ha saputo incassare i colpi inflittigli dall’avversario per buona parte del primo e del secondo set, poi è uscito alla distanza ed ha rialzato definitivamente la testa.

La finale del torneo di Parigi-Bercy, l’ultimo Masters 1000 dell’anno, è stata quindi conquistata da Medvedev che ha sconfitto Alexander Zverev con il punteggio finale di 5-7, 6-4, 6-1. Si tratta dell’ottavo titolo della carriera per il giocatore classe 1996, il terzo in un evento Masters.

Le parole di Medvedev dopo la vittoria del Masters 1000 di Parigi-Bercy

“Sono molto felice di lasciare Parigi da campione” , ha dichiarato Medvedev in conferenza stampa. “Il livello che ho espresso questa settimana è stato molto alto.

Non è facile affrontarmi per gli altri tennisti quando gioco a questi livelli. Oggi è stata una partita molto combattuta, avevo forti dubbi sulle mie possibilità di rientrare nel match. Sascha ha giocato davvero bene, è stato solido al servizio.

È stata una partita completamente diversa rispetto a quella giocata contro di lui nella finale del Masters 1000 di Shanghai 2019. La mia stagione? L’importante è che questa settimana ho giocato il mio miglior tennis.

È vero che quest’anno non ho disputato tanti tornei e che l’inizio di stagione non è stato facile. Non ho avuto la mia solita pre-season e tutti i piccoli dettagli contano” . Medvedev parteciperà alle ATP Finals di Londra per la seconda volta di fila e non vede l’ora di fare il suo esordio.

“Quest’anno sono più in forma; nel 2019 ero esausto. Avevo perso al primo turno qui a Parigi, e questo mi ha condizionato. Spero di poter ottenere qualche vittoria a Londra, ma non ho nessun obiettivo specifico.

Mi piacerebbe vincere ovviamente, ma so che si tratta di un torneo molto difficile visto che giocano i migliori otto tennisti dell’anno. Incredibile sconfitta con Rafael Nadal? È stata una partita orribile. Quando perdi una partita del genere( Medvedev era avanti 5-1 nel terzo set, ndr) puoi solo ammettere che è stata terribile.

Sono crollato mentalmente e Rafa ha iniziato a credere di poter rimontare. Da quel momento ho imparato molto e sono migliorato dal punto di vista della tenuta mentale. Quella sconfitta mi ha aiutato in qualche modo, credo di aver fatto molti progressi” .