Medvedev sul momento no: "È una stagione anomala, i tornei quest'anno sono diversi"



by   |  LETTURE 1582

Medvedev sul momento no: "È una stagione anomala, i tornei quest'anno sono diversi"

Dal rientro dalla Pandemia il 2020 tennistico di Daniil Medvedev è stato tutt'altro che edificante. Attualmente è il miglior tennista russo in classifica, ma rischia di subire l'ascesa di Andrey Rublev e subire il sorpasso dell'amico e connazionale.

Al Roland Garros ed ad Amburgo Medvedev è uscito al primo turno, poi ha fatto Ottavi di finale a San Pietroburgo e Quarti di finale a Vienna subendo una serie di sconfitte abbastanza inaspettate.

Le parole in conferenza stampa di Daniil Medvedev

In queste ore il talento russo sfiderà agli Ottavi di Finale del Masters 1000 di Parigi-Bercy il giovane australiano Alex De Minaur ed ha rilasciato così le seguenti dichiarazioni: "Non mi piace molto vivere nel passato, voglio andare avanti.

Non so se è un bene o un male ma mi piace ragionare così e voglio pensare solo al futuro. Quando sono in campo sia per allenamento che per partita, voglio fare il meglio che posso. In futuro questo mio ragionamento aiuterà, anche se perdi qualche gara con il lavoro duro si tornerà ai livelli giusti"

Lo scorso anno Medvedev ha fatto nove finali e vinto quattro titoli, quest'anno è ancora a zero in entrambe le tabelle: "Cerco di migliorare ogni anno, ma ovviamente più vai avanti e più è difficile.

Sono pronto a combattere e dare il massimo, quando siamo tornati era una situazione anomala ed ancora oggi i tornei sono un po' diversi. È più difficile programmare la stagione, quando inizi già sai come andrà la stagione con la preseason ed i vari tornei, già sai quando andrai in vacanza ma questa stagione è totalmente diversa, quindi per me è difficile confrontarla con le altre.

Parlando solo per me come tennista io cerco solo di progredire ogni giorno e dare il massimo per ottenere buoni risultati" Attualmente Daniil Medvedev è nella Top Ten senza problemi (aiutato anche dal blocco dei punteggi per alcuni tornei Atp), nel 2019 ha raggiunto il miglior risultato negli Slam a New York dove è arrivato in finale ed ha ceduto dopo una battaglia di cinque set contro il tennista spagnolo Rafael Nadal.