Rublev: "È sempre difficile giocare contro Thiem" . Anderson: "Amo giocare qui"



by   |  LETTURE 1724

Rublev: "È sempre difficile giocare contro Thiem" . Anderson: "Amo giocare qui"

Solo Novak Djokovic ha vinto più partite di Andrey Rublev quest’anno. Il serbo è fermo a quota 39 e non potrà migliorare il suo score a Vienna dopo la netta sconfitta contro Lorenzo Sonego. Rublev, invece, ha siglato il suo 37esimo successo stagionale battendo in due set il padrone di casa Dominic Thiem.

Il tennista russo sembra aver raggiunto il livello dei grandi giocatori ed uno degli ultimi due posti disponibili per le ATP Finals è ormai ad un passo.

Rublev ed Anderson si sfideranno per un posto in finale a Vienna

“Sono venuto qui con la consapevolezza di non avere nulla da perdere” , ha spiegato Rublev in conferenza stampa.

“La mia stagione è già fantastica. Lo scorso anno ho giocato i quarti di finale, sapevo sarebbe stato difficile arrivare in semifinale. Non avevo nessuna aspettativa, volevo solo fare del mio meglio e provare a combattere in ogni partita.

Alla fine ho raggiunto le semifinali” . Il prossimo avversario di Rublev sarà Kevin Anderson. “L’ultimo volta ho giocato contro di lui al Roland Garros in condizioni completamente diverse. Non posso prendere quella partita come esempio.

Sarà un match del tutto diverso. È un campo veloce e si gioca indoor. Lui sarà molto a suo agio con i suoi colpi e, soprattutto, con il suo servizio. Kevin ha molta più esperienza di me, ma io farò il massimo e vedremo cosa succederà.

Thiem? Dominic è uno dei miei migliori amici nel Tour. È sempre difficile giocare contro di lui perché è uno dei migliori giocatori ed un grande combattente. Lo rispetto molto” . Anche Anderson è riuscito a vincere il suo match di quarti di finale nonostante non fosse il favorito.

Daniil Medvedev non è apparso nella migliore forma ed ha perso con il punteggio finale di 4-6, (5) 6-7. “Sono davvero contento” , ha detto il sudafricano dopo la vittoria che lo porterà di nuovo in top 100.

“Aspettavo da tempo l’occasione di giocare un match come questo. È stata una partita di grande qualità, sapevo che avrei dovuto giocare molto bene per andare avanti. Amo giocare qui. Sono molto amareggiato per non essere stato in grado di tornare a Vienna lo scorso anno, ma sono felice di essere tornato giocando un ottimo tennis. Non vedo l’ora di giocare la semifinale” .