Medvedev punta alle ATP Finals e alle primissime posizioni del ranking



by   |  LETTURE 1198

Medvedev punta alle ATP Finals e alle primissime posizioni del ranking

Dopo l’exploit vissuto nella seconda parte del 2019, quando vinse i Masters 1000 di Cincinnati e Shanghai e sfiorò l’impresa in finale agli US Open contro Rafael Nadal, Daniil Medvedev non è riuscito a confermare il suo ottimo stato di forma ed imporre il suo tennis con continuità.

Considerando i risultati raggiunti a livello Slam, il giocatore russo ha perso agli ottavi di finale degli Australian Open ed al primo turno del Roland Garros. A Flushing Meadows, invece, Medvedev si è spinto fino alle semifinali, ma è difficile non parlare di occasione persa.

Negli Stati Uniti, Roger Federer e Rafael Nadal erano assenti e Novak Djokovic si era fatto squalificare nel corso del match contro Pablo Carreno Busta a causa di una sfortunata pallata finita sulla gola della giudice di linea.

Medvedev, obiettivo ATP Finals

Medvedev disputerà questa settimana l’ATP 500 di Vienna, ma il suo grande obiettivo del 2020 è quello di vincere le ATP Finals. “Sono molto motivato, è una parte della stagione in cui posso aggiungere successi” , ha spiegato il russo in conferenza stampa.

“L’anno scorso non ho giocato a Vienna, ho perso al primo turno a Parigi-Bercy e non sono riuscito a vincere nemmeno una partita alle ATP Finals. Questo vuol dire che in questo momento posso solo migliorare questi miei risultati.

Sono molto motivato, voglio vincere più partite possibili per guadagnare punti ed avvicinarmi ai migliori tennisti in classifica. Vienna e Londra? Il tabellone in Austria è davvero duro. Se guardi i nomi di tutti i giocatori presenti, resti sorpreso.

Ci sono tanti top ten e dei match di primo turno davvero incredibili. Sarà una grande sfida e dovrò dare il massimo dal primo momento per vincere il titolo. Non voglio pormi degli obiettivi precisi, ma sarebbe un successo raggiungere almeno le semifinali ed incontrare Dominic Thiem.

Penso sia una partita che tutto il mondo vorrebbe vedere. Quando ti qualifichi per le Finals, significa che hai avuto una stagione eccezionale. Quando sei giovani e ti avvicini al circuito Challenger, pensi sia impossibile giocare quel torneo.

Non è facile qualificarsi, devi raggiungere ottimi risultati nei tornei del Grande Slam e nei Masters 1000. Il mio primo obiettivo è passare il turno di Round Robin. Non voglio mettermi troppa pressione, penso a godermi al massimo questa esperienza.

Essere lì per il secondo anno consecutivo è già un grande risultato per me” .