Sinner ci crede: "Voglio diventare numero uno al mondo. Sul match con Nadal dico..."



by   |  LETTURE 5558

Sinner ci crede: "Voglio diventare numero uno al mondo. Sul match con Nadal dico..."

È stata probabilmente una delle più belle sorprese per il tennis italiano e Jannik Sinner sembra ormai pronto per il salto verso il grande tennis mondiale. Il giovane talento azzurro ha mostrato le sue qualità al Roland Garros dove ha battuto avversari di gran caratura come David Goffin e Alexander Zverev e soprattutto ha fronteggiato nel suo primo scontro con uno dei Big Three il re della terra battuta Rafael Nadal.

Nonostante l'avversario proibitivo Sinner ha giocato con sfrontatezza e mostrando a tutti le sue grandi qualità. Con i Quarti di Finale raggiunti qui a Parigi Jannik ottiene il suo Best Ranking ed entra ufficialmente nei primi 50 al mondo.

Le parole di Sinner e l'esperienza vissuta

In attesa di partire per il torneo di San Pietroburgo Sinner ha parlato cosi al Festival dello Sport della Gazzetta dello Sport raccontando la sua esperienza e le sue ambizioni.

Ecco le sue parole: “All’inizio non volevo partire per andare a Kitzbuehel, non mi sentivo davvero pronto. Alla fine però sono andato, ho iniziato prendere confidenza. Ho cercato di trovare cose positive nelle sconfitte e mi sono sentito sempre meglio”.

La sfida con Nadal? “Sì, ho avuto delle ottime chance sia nel primo che nel secondo set. Abbiamo entrambi dei colpi che possono dare fastidio, ma lui ha l’esperienza, sa come cambiare il gioco. Con Rafa giochi tante partite in una.

Ma sono giovane, ho tempo per migliorare”. Sugli obiettivi: “Inizialmente diventare il numero uno al mondo appare solo come un sogno, poi però pian piano prendi fiducia. Io lavoro per questo, e ho fiducia nei miei colpi e nel mio tennis”.

Successivamente ha parlato anche Riccardo Piatti che ha così commentato riguardo il giovane talento e suo allievo: “Ho avuto una buona carriera, ma non sono mai arrivato così in alto. Voglio fare di tutto per aiutare Jannik a raggiungere il suo obiettivo, magari posso provare anche a cercare altre persone da aggiungere al team. Sinner è un ragazzo che lavora tanto e merita di raggiungere i propri sogni”.