Kenin: "Swiatek in finale senza perdere un set? Non significa nulla"



by   |  LETTURE 2566

Kenin: "Swiatek in finale senza perdere un set? Non significa nulla"

Dal nostro inviato a Parigi - 16-1 è il bilancio di Sofia Kenin nei tornei dello Slam quest’anno. L’americana, campionessa agli Australian ad inizio 2020, ha vinto una semifinale per nulla agevole al Roland Garros contro Petra Kvitova, al suo ritorno tra le migliori quattro a Parigi otto anni dopo l’ultima volta.

La tennista di origini russe ha evidenziato un cinismo notevole in relazione all’età, convertendo quattro delle cinque palle break e salvandone 10/12 nonostante l’aggressività della ceca. Per la quarta testa di serie resta da superare lo scoglio Iga Swiatek, 19enne polacca che ha raggiunto la sua prima finale Slam in carriera lasciando per strada solo 23 game.

Kenin: "Avrò un vantaggio rispetto a Swiatek"

“Sono davvero felice per come sto giocando e in generale per come stanno andando le cose. Non è facile raggiungere una finale dello Slam, figuriamoci due nello stesso anno.

Cercherò di sfruttare la mia esperienza nella finale con Iga. Conosco bene le emozioni che si provano quando arrivi in finale in uno Slam per la prima volta. Spero che si innervosisca un po’, ma so cosa aspettarmi, quindi spero di adottare bene il mio piano tattico” – ha sottolineato Kenin.

“Iga sta esprimendo un grandissimo tennis. Anche Petra non aveva perso set prima di oggi. Questo non significa nulla, ma devo ammettere che sta giocando davvero bene. Sono sicuro che è molto fiduciosa ed entusiasta per la finale.

Auspico che la mia esperienza a Melbourne mi aiuterà per la finale di sabato” – ha aggiunto. Il trionfo agli Australian Open ha stravolto la vita di Sofia. “Mi sento come se dopo quel torneo le persone abbiano iniziato a conoscermi.

Ho sentito un po’ di pressione dall’estero. Mantenere questo livello e giocare un grande tennis ora è davvero speciale. Spero che tutti i miei fan in America mi stiano sostenendo con tutte le loro forze. Non è facile guadagnarsi il rispetto ed è molto facile perderlo.

Come ho già detto, le persone adesso mi rispettano” – ha precisato. Kenin ha raccontato le sue sensazioni dopo l’interruzione per il COVID: “Dopo aver vinto uno Slam, è normale aspettarsi dei cambiamenti.

Con tutta la situazione legata alla pandemia, il tennis si è bloccato. Tutto è stato messo in attesa. Come avevo detto nelle precedenti conferenze stampa, non ho sentito grandi motivazioni durante la sospensione.

Mi ci è voluto del tempo per ritrovare la voglia. In Australia stavo giocando molto bene, ora sento che il mio livello è ancora superiore. Non posso lamentarmi di come stanno andando le cose per me. Sono davvero grata per tutto”.