Serena Williams contro il razzismo e le discriminazioni di genere



by   |  LETTURE 2549

Serena Williams contro il razzismo e le discriminazioni di genere

“Molte persone non sanno che nel corso della mia vita ho dovuto superare molte sfide. Ho dovuto lottare contro le ineguaglianze, ho dovuto fare i conti anche io con il razzismo e, cosa molto triste, tutto questo è una cosa normale per le persone che hanno la pelle del mio colore.

Purtroppo è un qualcosa con cui ci si ritrova sistematicamente a fare i conti, e non possiamo permettere che diventi la normalità” . Con queste parole, Serena Williams aveva espresso il suo dolore per la morte di George Floyd ed il suo disappunto nei confronti di tutti gli episodi di razzismo vissuti negli ultimi anni.

Serena Williams contro il razzismo e le discriminazioni di genere

La campionessa americana è da sempre una delle sportive più impegnate a sensibilizzare le persone su temi estremamente importanti ed in una recente intervista a Vogue ha voluto lanciare un importantissimo messaggio raccontando la sua storia.

“Mi piace chi sono e come sono. Amo rappresentare le bellissime donne di colore nel mondo” , ha dichiarato Serena Williams. “Ora abbiamo una voce e la tecnologia gioca una parte importante. Vediamo cosa che ci sono state nascoste per anni; quelle che noi dobbiamo spesso affrontare.

Questo accade da anni( si riferisce alla morte di George Floyd, ndr) . Le persone prima non potevano riprendere con i propri telefonini. Tante persone bianche, alla fine di maggio, mi hanno scritto. Dicevano: ‘Mi dispiace per tutto quello che hai dovuto passare’ .

Penso che per un minuto abbiano iniziato a vedere la questione con occhi diversi. Non capire, perché non credo che gli altri possano capire” . S.Williams utilizza i suoi profili social per cercare di comunicare con le persone e parlare di tematiche davvero importanti.

“Il tennis è un gioco da ragazzi nel complesso schema delle cose. In questa società, alle donne non viene insegnato niente. Non ci si aspetta che diventino future leader o future CEO. La narrazione deve cambiare.

E forse non migliora in tempo per me, ma qualcuno nella mia posizione può mostrare alle donne e alle persone di colore che abbiamo una voce. Amo difendere le persone e sostenere le donne, ed essere la voce di milioni di persone.

È incredibile che il mio corpo sia stato in grado di donarmi questa carriera, sono davvero grata per questo. Non sono mai stata come nessun altro in vita mia e non ho intenzione di iniziare adesso” .