Diego Schwartzman: "Battere Rafael Nadal al Roland Garros è tutt'altra storia"



by   |  LETTURE 10445

Diego Schwartzman: "Battere Rafael Nadal al Roland Garros è tutt'altra storia"

Dal nostro inviato a Parigi - Per la prima volta nella sua carriera, Diego Schwartzman ha raggiunto la semifinale in un torneo dello Slam. L’argentino, che da lunedì farà anche il suo ingresso nella Top 10, si è aggiudicato un’epica battaglia al Roland Garros con l’amico Dominic Thiem prevalendo dopo oltre cinque ore.

‘El Peque’, già finalista agli Internazionali BNL d’Italia qualche settimana fa, ha dimostrato come perseveranza e dedizione possano consentire di ambire alle vette più alte, nonostante la statura dell’albiceleste non farebbe pensare ad un tennista di primissima fascia.

Il sudamericano ha smentito tutti e avrà tempo fino a venerdì per riposare in vista della semifinale.

Schwartzman commenta la sua prima semifinale in uno Slam

“In generale, ho continuato a fare quello che avevo fatto negli incontri precedenti.

Commettere pochi errori, mescolare aggressività e buone difese. Sapevo che Dominic avrebbe usato molto lo slice contro di me, ero conscio di dover fare le scelte giuste e aspettare il momento esatto per scendere a rete e controllare i punti.

Penso che in tanti momenti del match ho avuto in mano gli scambi, ma nei momenti cruciali del secondo e del terzo set ho commesso alcuni errori stupidi che mi sono costati parecchio. Alla fine è stato un incontro pazzesco, cinque ore di lotta.

Ho avuto tante opportunità nel corso della sfida, le avrei dovute sfruttare meglio, ma per fortuna sono riuscito a vincere” – ha dichiarato Schwartzman ai giornalisti in conferenza stampa. “Quando mi sono seduto in panchina dopo aver vinto, mi è salita una grande emozione.

Ci sarà tempo per godermi questo momento. Devo trovare il modo per mescolare la gioia con la necessità di rimanere concentrato sul prossimo round. Sto realizzando molti dei miei sogni da ragazzo, che francamente non pensavo di raggiungere mai.

Si tratta di un passo enorme per me, non soltanto per la mia carriera, ma anche a livello personale. Sono davvero felice. Sono consapevole che le mie vittorie stanno avendo una grande risonanza in Argentina. Lo stesso vale anche per Nadia Podoroska.

Siamo entrambi in semifinale, è incredibile. Non dobbiamo dimenticare che il torneo continua, quindi bisogna rimanere focalizzati sull’obiettivo” – ha precisato l’argentino. In semifinale troverà Rafael Nadal, nella rivincita del quarto di finale disputato a Roma.

“Battere Rafa a Parigi andrebbe oltre ogni immaginazione. A Roma sono riuscito a vincergli due set, ma qui a Parigi non basterebbe. Dovrò rimanere focalizzato mentalmente e fisicamente per un’eternità.

Sconfiggerlo al meglio dei cinque set sulla terra è un’altra cosa, in pochissimi ci sono riusciti. Spero di poter essere all’altezza come fui nel 2018, ma servirà mantenere quel livello più a lungo”.