Dominic Thiem: "Ero al limite in tutti i sensi, ma perdere con un amico fa meno male"



by   |  LETTURE 5917

Dominic Thiem: "Ero al limite in tutti i sensi, ma perdere con un amico fa meno male"

Dal nostro inviato a Parigi - Dominic Thiem è stato costretto ad assaporare nuovamente il gusto amaro della sconfitta in un torneo dello Slam. L’austriaco, che era in serie positiva grazie al trionfo agli US Open, ha mancato l’appuntamento con le semifinali del Roland Garros cedendo a Diego Schwartzman al termine di una maratona di oltre cinque ore.

Il numero 3 del mondo non ha potuto nascondere una certa delusione, se si considera che era reduce da due finali consecutive nello Slam parigino, ma si è voluto congratulare con l’argentino autore di una grandissima prestazione sul Philippe Chatrier.

Thiem commenta la sconfitta nei quarti a Parigi

“Ad essere onesto, oggi sono andato oltre il mio limite. Se avessi vinto, avrei avuto due giorni pieni di riposo e forse sarei stato in grado di recuperare. Anche se sei fisicamente e mentalmente al limite, non sai mai cosa può accadere in uno Slam, soprattutto con due giornate da dedicare al recupero.

Ho dato tutto quello che avevo oggi, è stato un match incredibile, credo sia stata la mia prima partita di oltre cinque ore. Diego se lo merita completamente” – ha dichiarato Thiem in conferenza stampa. “Ho fatto tutto ciò che era possibile durante questi giorni per recuperare al meglio.

Ho tentato anche di stare fermo per un’intera giornata senza allenarmi, l’obiettivo era essere al 100%. Sento di aver giocato abbastanza bene, anche se nel quinto set ero più stanco fisicamente e lui ne ha approfittato.

In generale, non sono triste per questa eliminazione. Sono arrivato qui dopo alcune settimane negli Stati Uniti, ho dovuto smaltire il jet leg, e non posso dire che sia stato un brutto torneo, anzi sono soddisfatto” – ha aggiunto.

Dominic è sceso poi nel dettaglio di quest’incredibile maratona: “Se devo essere sincero, il tempo vola. Mi sono divertito molto, ci sono stati scambi incredibili e tutti i set sono stati lottati. Questa vittoria permette a Diego di entrare nella Top 10 per la prima volta, è un traguardo fantastico.

Entrambi abbiano dato il massimo, ma nel tennis c’è sempre un vincitore e uno sconfitto. Sono contento per lui. Lo ripeto, sono molto triste perché ho perso e non sono arrivato in semifinale, ma allo stesso tempo sono felice per lui.

Se lo merita. Ha raggiunto un traguardo incredibile e si tratta anche della sua prima semifinale in uno Slam. Forse perdere contro un amico fa meno male” – ha concluso il pupillo di Nicolas Massu. Per Thiem adesso è tempo di ricaricare le pile, prima di immergersi nei tornei sul cemento indoor europeo.