Paire ammette: "Ho vinto ma non sono felice. Sono davvero stanco"



by   |  LETTURE 3241

Paire ammette: "Ho vinto ma non sono felice. Sono davvero stanco"

Benoit Paire ha iniziato bene il Roland Garros , conquistando una vittoria importante e battendo l'astro nascente Soonwoo Kwon in tre set con un secco 7-5;6-4;6-4. Il francese prima di iniziare questo torneo ha vissuto un periodo tutt'altro che facile: prima è stato escluso dagli Us Open dopo essere risultato positivo al Covid-19 e poi è arrivato a Roma dove è stato eliminato in malo modo da Jannik Sinner, ma soprattutto è stato protagonista di una dura diatriba con l'organizzazione del torneo.

Ora il torneo del tennista è iniziato bene e al secondo turno Paire sfiderà l'argentino Coria.

Le parole di Paire su questo particolare Roland Garros

Dopo la vittoria il tennista francese ha commentato questo particolare Roland Garros, un torneo che si sta disputando in una situazione anomala: "Non sono raggiante di gioia dopo questa vittoria.

Il Roland Garros è solitamente una festa e semplicemente non è la stessa cosa quest'anno visto che i miei amici e la mia famiglia non possono vedermi giocare. È stato un periodo davvero duro per me, sono fisicamente e mentalmente stanco"

Paire non è il solo a pensarla così ed anche il tennista belga David Goffin non è affatto entusiasta di questa situazione. Goffin ha perso al primo turno contro il talento italiano Jannik Sinner, ma al di là di questo risultato ha commentato in questo modo la situazione: "È difficile trovare qui la motivazione.

Ti senti preoccupato tutto il tempo. Prima di ogni torneo non sai se potrai partecipare perché tu o un membro del tuo staff potreste essere positivi, poi ogni torneo ha un regolamento diverso, ogni settimana è così.

Le città sono diverse e viaggiare con lo staff ora è diverso rispetto al passato. Credo che questa situazione ormai renda anche la vita privata non facile" Le condizioni del campo e questa umidità non preoccupano invece John Isner che si è detto addirittura apprezzare questa particolare situazione: "Dicono che io preferisca solo giocare sui campi veloci ma non è così, adoro giocare e apprezzo il mio servizio su qualsiasi condizione"