Schwartzman guarda al Roland Garros: "Cerco riscatto dopo gli US Open"



by   |  LETTURE 1383

Schwartzman guarda al Roland Garros: "Cerco riscatto dopo gli US Open"

La splendida settimana romana di Diego Schwartzman si è conclusa in finale al cospetto dell’imbattibile Novak Djokovic. La sconfitta subita per mano del numero 1 del mondo non ha minimamente inficiato la spettacolare cavalcata del sudamericano, capace di battere il nove volte campione degli Internazionali Rafa Nadal ai quarti e di uscire vittorioso da una memorabile battaglia contro Denis Shapovalov in semifinale.

“Avevo già fatto quarti e semifinali a livello 1000 e quest'anno sono riuscito a raggiungere una finale: questi sono grandi risultati, che mostrano tanto a me quanto al mio team quanto io sia cresciuto” ha infatti commentato l’argentino in conferenza stampa.

“Per continuare in questa crescita, bisogna battere i migliori quando arrivi ai quarti e alle semifinali di questi tornei. Se voglio fare un altro passo in avanti, devo ripetere settimane come questa nel corso della stagione, devo sentirmi in grado di poterlo rifare”.

Schwartzman a caccia di riscatto al Roland Garros dopo la delusione agli US Open

Diego è ora concentrato su Parigi: la speranza è quella di fare meglio rispetto agli US Open, dove il sudamericano è stato eliminato inaspettatamente all’esordio dal meno quotato Cameron Norrie.

“L'anno scorso avevo fatto semifinale qui, poi sono andato a Parigi e ho perso contro Leo Mayer al secondo turno, avrei voluto fare meglio” ha ricordato Schwartzman. “Erano anni che non giocavo male agli US Open, e mi è rimasto in testa.

Voglio riscattarmi subito a livello Slam, perché gli ultimi anni erano stati molto buoni a New York. Spero che la prossima settimana vada tutto bene. Dico sempre la stessa cosa, ma è la realtà: se mi adatto bene alle condizioni, se sento bene la palla e prendo il ritmo con gli allenamenti, sono molto fiducioso che le cose andranno bene.

Spero di provare buone sensazioni al primo allenamento a Parigi e di poter giocare un buon torneo. Difendo solo un secondo turno, ho margine per fare punti”. Riguardo alla finale persa con Nole, Schwartzman ha dichiarato: “È difficile fare un'analisi adesso.

Penso che la pioggia e le condizioni climatiche mi abbiano favorito, all’inizio lui non riusciva a farmi male. Nella prima parte del primo set sono riuscito a dominare e a fare quello che volevo, sono stato avanti 3-0 e servizio e poi sul 5 pari ho avuto palla break.

Le mie occasioni le ho avute. È un mix di fattori: dopo il 3-0 ho giocato male e servito abbastanza male, non sono riuscito a fare punti facili. Lui è partito molto teso ma con il procedere della partita si è sciolto, Novak ha tante partite come questa sulle spalle e sa come giocarle” ha concluso l’argentino.

Photo Credit: Getty Images