Musetti show a Roma: "Una vittoria incredibile, è un sogno che si avvera"



by   |  LETTURE 2566

Musetti show a Roma: "Una vittoria incredibile, è un sogno che si avvera"

Con una prestazione entusiasmante il giovane italiano Lorenzo Musetti ha la meglio sul pluri vincitore di titoli del Grande Slam e testa di serie numero 10 del torneo Stanislav Wawrinka e approda così al secondo turno del torneo.

L'azzurro approfitta nel primo set di uno svizzero in giornata no e nel secondo set reagisce con prontezza alla reazione dello svizzero e si aggiudica poi il tie-break decisivo. Termina 6-0,7-6 con l'unico rimpianto che riguarda l'assenza di pubblico per quella che sarà sicuramente ricordata come un'impresa.

Al secondo turno Lorenzo Musetti sfiderà il giapponese Kei Nishikori in un'altra sfida abbastanza impegnativa.

Le dichiarazioni di Musetti al termine del match

Al termine del match il classe 2002 entusiasta ha parlato cosi.

Ecco alcune dichiarazioni nel post gara, riportate da Sportface: "È stato un match incredibile, non mi aspettavo ma ho giocato un primo set incredibile e nel secondo sono stato bravissimo a portarlo al tie break ed ha giocare in maniera fantastica.

Ricorderò questo match per tutta la vita. È un sogno che si avvera e ancora non ci credo a quello che ho fatto stasera. Non penso alle statistiche e né a quanti soldi guadagnerò, ora voglio solo crescere e seguire i miei obiettivi.

Il passaggio dal circuito junior a quello dei grandi è difficile e penso sia normale dover affrontare prima dei Challenger prima di competere a questi livelli. Le ultime gare mi hanno dato molta fiducia, spero di continuare così.

Ho giocato senza pressione e mi sono goduto ogni attimo del match. Il tennis oltre ad essere un lavoro è anche passione e penso molto anche a divertirmi. Nishikori? È diverso da Wawrinka, gioca più vicino al campo e questo potrebbe darmi più fastidio.

Penso di poter dire la mia" Grazie a questo successo Lorenzo Musetti è il primo tennista del 2002 al mondo a vincere un incontro in un Masters 1000 e segue così il record dello scorso anno di Jannik Sinner, primo 2001 a compiere questo stesso record.

Le aspettative per questi giovani tennisti sono molte alte, ma al momento il futuro del tennis italiano sembra piuttosto in buone mani.