Binaghi: "Cerchiamo copertura finanziaria per chi non intende usufruire del voucher"



by   |  LETTURE 1626

Binaghi: "Cerchiamo copertura finanziaria per chi non intende usufruire del voucher"

Allo Stadio Olimpico di Roma è stata presentata la 77esima edizione degli Internazionali BNL d’Italia. Dopo l’intervento del Comitato Tecnico Scientifico, è stato deciso che l’evento si disputerà senza la presenza di pubblico e nel pieno rispetto di tutte le misure antiCovid-19.

I giocatori dovranno effettuare un tampone ogni quattro giorni, come previsto dai protocolli ATP, e alloggeranno nei due hotel messi a disposizione dall’organizzazione: uno per gli uomini ed uno per le donne. Il primo ad intervenire in conferenza stampa è stato il presidente della Federazione Italiana Tennis Angelo Binaghi.

“Dobbiamo ringraziare il Ministro Spadafora e tutto il suo staff” , ha esordito Binaghi. “È la prima volta che dobbiamo affrontare e cercare di neutralizzare un avversario così difficile come la pandemia.

È la prima volta da quando ci conosciamo che non vi presenteremo l’ennesimo record di pubblico, perché il pubblico non lo avremo. Anzi, dovremo lottare per cercare di avvicinarci per la prima volta al pareggio di bilancio ed evitare che a pagare per questa grande ingiustizia siano le nostre società di base.

Quando in primavera si è trattato di dover decidere se rinunciare, come hanno fatto in tanti, o iniziare ad affrontare quella lunga serie di difficoltà e di problemi che la pandemia ci stava profilando, abbiamo deciso di lottare fino in fondo.

Lo abbiamo fatto, innanzitutto, perché ce lo ha chiesto il Ministro. Lo dovevamo ai nostri atleti, perché abbiamo un settore maschile che forse non è mai stato così forte e al quale non potevamo levare un’occasione straordinaria come il torneo di Roma in questo momento della loro carriera” .

Binaghi si esprime per la prima volta sulla questione biglietti

Binaghi ha poi finalmente trattato la tanto discussa questione biglietti. “Siamo un set pari. Abbiamo vinto il primo in cui ci giocavamo l’organizzazione di questo torneo, ma perso il secondo.

Quello nel quale abbiamo cercato di portare il pubblico agli Internazionali d’Italia. Abbiamo perso 7-6 per poche palle e gli ultimi punti sono stati decisivi. Il terzo sarà giocato dai nostri giocatori e dalle nostre giocatrici in campo.

È un’enorme ingiustizia che tanti sport in tante regioni in Italia vengano autorizzati ad avere pubblico anche indoor, mentre quest’anno nessuno avrà la possibilità di assistere al più grande evento sportivo italiano.

Noi avevamo chiaro quanto fosse delicato il problema e gravi le decisioni da prendere dal governo, abbiamo mandato al comitato tecnico scientifico due protocolli differenti ed eravamo disposti a fare qualunque cosa per far sì che il pubblico fosse presente, anche in misura molto minore rispetto a quanto concesso dal governo francese per il Roland Garros in questi giorni.

Non vedendo risposte la settimana scorsa io e il presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli abbiamo chiesto un incontro al presidente della Regione Lazio, regione per la quale questo evento genera un indotto di 100 milione euro l’anno: il capo del gabinetto ha detto di non voler prendersi la responsabilità di ammettere il pubblico, eventualità concessa dal comitato tecnico scientifico.

Il danno è enorme per la nostra Federazione, per i nostri soci Sport e salute, per i nostri giocatori che non avranno il tifo dei nostri appassionati, danno anche economico per le aziende che lavorano per il torneo.

Ma il danno più grande lo hanno fatto alle altre regioni perché se ci avessero concesso un minor pubblico avremmo potuto disputare il torneo a Genova dove si svolge il più grande Challenger italiano, o in Puglia dove in passato si sono svolti gli Internazionali.

Rimborsi? Rimborseremo gli acquirenti con un super-voucher dal valore maggiorato del 25% rispetto al prezzo del biglietto, spendibile nei prossimi due anni sia per le prossime edizione degli Internazionali d’Italia che per le ATP Next Gen Finals e le ATP Finals di Torino. Stiamo inoltre cercando la copertura finanziaria per coloro che non intendono usufruire del super-voucher" .