Andy Murray parla di del Potro: “Giocatore terribilmente sfortunato”



by   |  LETTURE 3279

Andy Murray parla di del Potro: “Giocatore terribilmente sfortunato”

Tutti gli appassionati di tennis conoscono, purtroppo, la sfortunatissima carriera dell’argentino Juan Martin del Potro. Nato nel settembre del 1988, Delpo ha trionfato agli Us Open 2009, quando ha sconfitto in cinque set l’allora numero uno del mondo Roger Federer.

Semifinalista al Roland Garros ed a Wimbledon, il campione sudamericano vanta vittorie contro tutti i Big 3 e ben 22 titoli del circuito principale, tra cui un’edizione del Masters 1000 di Indian Wells. La carriera di del Potro è stata tuttavia costantemente compromessa da importanti infortuni, che troppo spesso hanno richiesto delicati interventi chirurgici.

Oggi, il campione degli Us Open 2009 è uscito dai primi 130 giocatori del mondo e la sua ultima partita ufficialmente disputata risale al giugno dello scorso anno: si tratta del primo turno del Queen’s, vinto in due set su Denis Shapovalov.

Nel match successivo, del Potro avrebbe dovuto affrontare lo spagnolo Feliciano Lopez, ma ha deciso di dare forfait prima di scendere in campo. Recentemente, Delpo è dovuto tornare di nuovo sotto i ferri per un problema al ginocchio.

Murray su Juan Martin del Potro

In un’intervista per la ESPN, il vincitore di tre prove del Grand Slam Andy Murray ha parlato di del Potro: “Nel corso della sua carriera, è stato incredibilmente sfortunato con tantissimi, tantissimi infortuni.

Tuttavia, continua a provare e continua a voler tornare a competere”. Lo scozzese, che nel corso degli ultimi mesi ha rivelato allo stesso modo di dover affrontare numerosi problemi fisici, ha dimostrato una certa vicinanza a Juan Martin: “Spero che l’intervento sia un successo per lui.

Mi auguro che riesca a tornare in salute e a scendere di nuovo in campo. Se non amasse davvero il tennis, non ci sarebbe alcuna possibilità per lui di continuare a giocare. Ma lui ovviamente ama lo sport. Sarebbe bellissimo se riuscisse a trovare un altro paio di anni sul Tour, perché se li merita”.

Il tennista britannico è stato eliminato al secondo turno degli Us Open dal giovanissimo canadese Félix Auger-Aliassime, che lo ha sconfitto per 6-2 6-3 6-4.