Serena Williams: "Nutro grande stima per Murray, ecco perché mi rivedo in lui"



by   |  LETTURE 3118

Serena Williams: "Nutro grande stima per Murray, ecco perché mi rivedo in lui"

Si conoscevano, si rispettavano e provavano ammirazione reciproca, ma da quando l’anno scorso a Wimbledon hanno giocato il doppio misto insieme, Andy Murray e Serena Williams sono diventati grandi amici. Da allora, la loro amicizia si è rafforzata ed entrambi hanno sempre parlato bene l'uno dell'altro quando ne hanno avuto l'opportunità.

Qualche giorno fa è stata la campionessa americana a parlare dell'eroica vittoria dello scozzese nel primo round degli US Open 2020, oltre ad analizzare il proprio match di primo turno dove ha battuto in due set Kristie Ahn.

“Sono sempre aperta ai suggerimenti, in questo senso non sono troppo testarda”, dice Serena che poi aggiunge: “A volte penso che sia giusto giocare in un certo modo e fare delle scelte, altre volte preferisco farne altre.

So di aver avuto momenti in cui ho sbagliato a valutare alcune situazioni, ma in generale cerco sempre di ascoltare i consigli per migliorare”. Sulla nuova organizzazione promossa da Djokovic dice: “Sarei interessata a sapere di cosa si tratta, ma non mi sento di dare un'opinione in questo momento a meno che non capisca a fondo la questione.

Ovviamente sarò sempre dalla parte di Novak Djokovic, sono sul circuito WTA da 30 anni e so tutte le cose che succedono qui, anche se devo ancora aspettare per rispondere a questa domanda. In merito a questa edizione degli Us Open afferma che: “La cosa più importante di questo US Open 2020 è lo spirito con cui si sta giocando.

Lo sport è scomparso da tempo, soprattutto il tennis, ci sono mancati due Grandi Slam. Gli US Open sono il primo grande evento di tennis che abbiamo avuto dagli Australian Open. Il morale di tutti era molto basso con tutto quello che stava succedendo, non sapevamo come distrarci.

Questo è uno dei motivi per cui ho sostenuto così tanto gli US Open, ho sentito che era un buon momento per tornare e per gli atleti fare di nuovo quello che sappiamo fare meglio "

Serena Williams e la sua amiciza con Andy Murray

Ha commentato anche il match di Andy Murray: “Normalmente, quando aspetti una partita e qualcuno sta vincendo due set a zero, l’idea è quella di tifare per il tennista avanti nel punteggio in modo che tu possa entrare in campo il prima possibile.

Tuttavia questa volta ho tifato Andy per tutto il tempo, volevo davvero che vincesse. Sono molto contenta per lui, adoro il coraggio che ha, mi è sempre piaciuto molto, prima ancora di giocare il doppio insieme. Ho sempre detto che mi rivedo molto in lui, sono un sua grande fan.

So cosa vuol dire essere a terra, essere infortunato, essere fuori da tutto, quindi è stata una vittoria molto importante per lui”. Infine esprime le sue sensazioni dopo la 102° vittoria agli Us Open: “È qualcosa di strano, mi sento come se ogni volta che vengo qui mi dicano che ho battuto un nuovo record.

Ricordo che già nel 2019 avevo ottenuto qualcosa di simile, pareggiando le vittorie di Chris Evert, quindi è qualcosa di grande. Penso di non valorizzare abbastanza questi dati, il che è un peccato, ma sono nel bel mezzo di un Grande Slam e non è il momento di concentrarmi sui record, ora sto pensando di vincere il torneo”.