Thiem: "C'è un aspetto totalmente incredibile qui a NY rispetto agli altri tornei"



by   |  LETTURE 1930

Thiem: "C'è un aspetto totalmente incredibile qui a NY rispetto agli altri tornei"

Per la prima volta in carriera il tennista austriaco Dominic Thiem partirà come una delle due teste di serie principali in un torneo del Grande Slam. Questa cosa è dovuta all'assenza nel tour americano di Rafael Nadal, vincitore uscente dell'Us Open, e l'austriaco è certamente tra i principali candidati alla vittoria del torneo.

La preparazione e l'arrivo all'Us Open non è stato dei migliori visto che Dominic Thiem è stato eliminato abbastanza a sorpresa nel primo turno del torneo di Cincinnati. Nel corso della conferenza stampa prima del torneo il tennista austriaco ha parlato di tanti temi, dalle ambizioni in questo torneo a come ci si sente nella famigerata "bolla"

Ecco le parole di Dominic Thiem in conferenza stampa

Il tennista austriaco parlando della positività di Paire ha commentato: "Ci sono davvero tante persone in questo torneo e quindi la possibilità che qualcuno possa risultare positivo è piuttosto alta.

Auguro il meglio a Paire e spero che nessun altro risulti positivo, questa è la cosa più importante. Penso che al mondo non ci sia un posto più sicuro di questo, anche in una qualsiasi grotta da qualche parte o in mezzo al mare.

Qui mi sento molto al sicuro, ma capisco che ci possono essere cose come quelle capitate a Benoit. Spero che nessun altro sia infettato" Sulla sconfitta a Cincinnati: "Possono capitare sconfitte come queste. Filip stava giocando molto bene, dopo la nostra gara ha battuto Fucsovics ed è stato vicino ad eliminare il finalista del torneo Raonic.

Sta giocando ad ottimi livelli ed io di certo non ho avuto la mia giornata migliore. In ogni caso conosco i miei punti di forza e spero di essere il migliore agli Us Open, anche se è strano giocare sugli stessi campi e nello stesso ambiente dopo una sconfitta.

Non è facile, normalmente quando perdi sei arrabbiato, deluso e vai via in aereo. Qui sei nello stesso posto, la sconfitta non è facile da assorbire. Ho provato a concedermi un giorno libero, ho visto altre gare sia in TV che dal vivo, è una situazione davvero non facile visto le circostanze"

La nuova Players Association? "Non posso dire molto perché non ho neanche letto il documento. Non l'ho firmato semplicemente perché non so cosa sia, ma credo che quello che sta facendo l'Atp sia buono, ovviamente non sono perfetti, ma chi lo è? Questi sono tempi difficili a causa della crisi per il Covid e il tennis non è l'unica cosa danneggiata. Penso sia molto importante che restiamo uniti e non separati"