Gauff: "Voglio vincere, ma non ho intenzione di mettermi troppa pressione"



by   |  LETTURE 1477

Gauff: "Voglio vincere, ma non ho intenzione di mettermi troppa pressione"

Dopo mesi di inattività, per nessun professionista è facile tornare in campo e giocare il suo miglior tennis nei momenti più importanti del match. Non è stato così per la giovanissima Coco Gauff, che proprio quando chiamata ad alzare il livello non si è tirata indietro ed ha dimostrato ancora una volta di possedere quella forza mentale che contraddistingue le grandi campionesse.

Lo ha fatto nell’ultima parte del primo set, quando sul 5-5 ha annullato due palle break con un drop shot e con un ace ed ha poi chiuso il parziale sul 7-5. Lo ha fatto poi anche nel secondo set, quando dopo essersi ritrovata sotto 5-3 non ha concesso più nemmeno un game alla sua avversaria e si è aggiudicata il match con un doppio 7-5.

Gauff lancia la sfida ad Aryna Sabalenka

Quando le è stato chiesto di dare un voto alla sua prestazione in conferenza stampa, Gauff non ha esitato ed ha risposto senza paura: “Onestamente, gli darei una A. Era la mia prima partita da gennaio ed anche se probabilmente non ho giocato il mio miglior tennis possibile, penso che lo sforzo e l’atteggiamento siano stati da A” .

Gauff, come spesso le capita, è la più giovane giocatrice presente in tabellone. “Sono qui per divertirmi. Ovviamente voglio vincere, ma non ho intenzione di mettermi troppa pressione. Cerco solo di fare del mio meglio in campo giorno dopo giorno” .

Al prossimo turno ci sarà la sfida contro la testa di serie numero due del torneo Aryna Sabalenka. “Ho intenzione di avvicinarmi al prossimo turno come faccio per ogni partita: volendo vincere. Spero anche di mostrare una buona mentalità in campo” .

La tennista bielorussa ha sconfitto in tre set Madison Brengle ed ha così provato a raccontare le sue sensazioni dopo l’esordio vincente. “È stata dura. Ho solo cercato di lottare fino alla fine, come faccio sempre.

Penso di aver fatto il possibile. Avrei potuto giocare sicuramente meglio, ma per la prima partita dopo tanto tempo può andare bene” . Photo Credit: Getty Images