Nadia Petrova racconta i tristi motivi del suo addio al tennis



by   |  LETTURE 1557

Nadia Petrova racconta i tristi motivi del suo addio al tennis

L'ex numero 3 al mondo Nadia Petrova è intervenuto nel corso della rubrica Behind The Racquet ed ha parlato di tanti temi: dalla sua ascesa al vertice del tennis mondiale fino al suo ritiro ed ai motivi per il quale è pian piano arrivata alla conclusione di dover smettere.

Fin da sempre la tennista è stata considerata un giovane talento di questo sport, ha vinto a 14 anni il suo primo evento giovanile ITF ed è stato probabilmente quello il momento in cui ha deciso di intraprendere quella carriera.

Ora la russa è 37enne, ad inizio carriera è salita rapidamente nella Top 10 mondiale e successivamente è entrata nelle Top 3. Un infortunio all'anca nel 2006 ha bloccato la sua ascesa e probabilmente a causa di questo stop non è mai tornata quella di un tempo.

I motivi del ritiro di Nadia Petrova

Dopo quell'infortunio la Petrova è tornata nella Top 10, gareggiava sempre ai massimi livelli, ma un infortunio all'anca nel 2013 e soprattutto la morte di sua madre avvenuta nel Dicembre di quello stesso anno hanno fatto sì che la tennista si prendesse una pausa dello sport.

Poi la Petrova è tornata a giocare per un breve periodo nel 2014, poi ha rinunciato ed ha deciso di ufficializzare il suo addio a questo sport nel 2017. L'ex tennista ha spiegato che la madre ha avuto un ruolo fondamentale nel corso della sua carriera, nonostante fosse davvero molto esigente.

Era necessario smettere visto che per lei era davvero dura motivarsi senza il sostegno di sua madre. La Petrova è sempre stata una donna molto riservata e solo grazie al suo account Instagram possiamo scoprire che la russa è una madre felice ed una figlia orgogliosa.

L'intera intervista alla tennista è sull'account social di Behind The Racquet, iniziativa del tennista americano Noah Rubin: in questa rubrica i giocatori parlano dei loro viaggi dentro e fuori al campo, in questo modo ognuno può dare uno sguardo alla vita privata dei tennisti.