Gilles Simon: “Ecco chi trarrà più beneficio da questa lunga pausa”



by   |  LETTURE 1641

Gilles Simon: “Ecco chi trarrà più beneficio da questa lunga pausa”

Il francese Gilles Simon non è più certamente da annoverare tra i giovani del tour ATP. Classe 1984, il nizzardo ha vissuto il suo miglior periodo della carriera tra il 2008 e il 2009, quando è riuscito a qualificarsi per le Finals di Shanghai (in cui ha anche sconfitto Roger Federer) ed ha raggiunto i quarti di finale agli Australian Open, toccando la sesta posizione della classifica mondiale.

Vincitore di 14 titoli ATP, nei tornei del Grand Slam non ha più raggiunto gli ottavi di finale dall’edizione 2018 di Wimbledon. Parlando con We Love Tennis France, il transalpino si è pronunciato sul lungo stop che ha dovuto fronteggiare il circuito maschile per proteggere i suoi giocatori dal contagio di Coronavirus.

Simon: “Vi dico a chi più gioverà questa pausa”

Il tennista di Nizza ha affermato: “Penso che questo periodo si sia rivelato migliore per i giocatori compresi tra i 25 e i 30 anni. Credo che loro abbiano già una certa esperienza sul tour e che siano nel momento ideale della loro carriera per migliorare il proprio tennis e fare una sorta di bilancio di ciò che è avvenuto fino ad oggi.

Questi giocatori di mezza età stanno cominciando a comprendere le loro debolezze ed hanno iniziato a correggerle, sapendo di avere ancora molta energia per farlo. Sono ancora giovani e in forma, che è un bene per loro”.

Simon, 36 anni il prossimo dicembre, si avvia inevitabilmente alla conclusione della propria carriera: “Credo che la chiave per un periodo come questo sia lavorare sulla forma fisica. La cosa più importante è rimanere in forma, ma senza fare troppa fatica; ci vuole tempo per evitare gli infortuni perché il tuo corpo non ha più vent’anni.

In passato, riuscivi a giocare ore e ore di fila senza alcun problema. Per noi oggi le cose sono un po’ diverse”. L’ultimo successo di Simon è arrivato nel settembre 2018, quando ha sconfitto il tedesco Matthias Bachinger per aggiudicarsi il titolo di Metz.