Vekic denuncia: "Non voglio fingere di essere bloccata in una stanza tutto il giorno"



by   |  LETTURE 5925

Vekic denuncia: "Non voglio fingere di essere bloccata in una stanza tutto il giorno"

Il tennis è ufficialmente ripartito grazie al Palermo Ladies Open. L’Italia diventa così il primo Paese ad ospitare un evento internazionale dopo la lunga pausa legata all’emergenza sanitaria. Il WTA di Palermo vedrà in campo grandi campionesse oltre alle più forti giocatrici italiane.

Basti pensare che le primo otto teste di serie del torneo sono tutte top 30. Parliamo di Petra Martic, Marketa Vondrousova, Maria Sakkari, Anett Kontaveit, Elise Mertens, Donna Vekic, Dayana Yastremska e Ekaterina Alexandrova.

Tra le azzurre scenderanno in campo Camila Giorgi, Jasmine Paolini, Sara Errani, Elisabetta Cocciaretto e si spera Martina Trevisan, impegnata nell’ultimo turno del tabellone di qualificazione.

La denuncia di Donna Vekic

Dopo la positività al Covid-19 di Viktoriya Tomova, si è parlato molto delle misure adottate dagli organizzatori per prevenire i contagi e per isolare i singoli casi.

In particolare, Donna Vekic ha voluto puntualizzare che le giocatrici a Palermo non stanno vivendo in una vera bolla. “Parlano tutti del fatto che siamo in una bolla, ma non è affatto così” , ha dichiarato la tennista croata in conferenza stampa.

“Non voglio fingere di essere bloccata in una stanza tutto il giorno. Ieri sera ho cenato in città. Non sono chiusa a chiave nella stanza così come il 90% delle giocatrici che partecipano al torneo. Spero che a New York, dove la situazione è catastrofica, ci saranno delle multe per gli atleti che decidono di non rispettare il protocollo” .

Vekic debutterà oggi contro l’olandese Arantxa Rus. L'attuale numero 24 del mondo ha fatto riferimento soprattutto alla stagione americana. Come tutti sanno, negli Stati Uniti l'emergenza sanitaria continua a preoccupare le autorità.

La situazione a New York è decisamente migliore rispetto alle altre località, ma i giocatori non sono del tutto sicuri di partecipare al Masters 1000 di Cincinnati e agli US Open proprio per il rischio di contrarre il virus.

Il presidente dell'ATP Andrea Gaudenzi fornirà importanti aggiornamenti quest'oggi in un'intervista rilasciata a Super Tennis.