Kohlschreiber: “Nick Kyrgios ha fatto bene a criticare Alexander Zverev”



by   |  LETTURE 1701

Kohlschreiber: “Nick Kyrgios ha fatto bene a criticare Alexander Zverev”

Qualche settimana fa, l’attuale numero 7 del mondo Alexander Zverev ha comunicato: “Ho appena ricevuto la notizia che io e il mio team siamo risultati negativi al test di Covid-19. Mi scuso profondamente con chiunque io abbia potenzialmente messo a rischio disputando l’Adria Tour.

Adesso seguirò le indicazioni riguardo le misure di auto isolamento fornite dai dottori. Come ulteriore precauzione, io e la mia squadra continueremo a sottoporci a regolari tamponi. Auguro a tutti coloro che sono risultati positivi una pronta guarigione.

Rimanete al sicuro”. Tuttavia, non sono trascorsi troppi giorni da quando, a Monte Carlo, lo stesso Zverev è stato visto prendere parte ad una grande festa, organizzata naturalmente senza alcuna misura di protezione.

Immediate le critiche da parte del mondo del tennis, tra cui anche quella dell’australiano Nick Kyrgios, che senza troppi peli sulla lingua ha definito Alex un “egoista”.

Le parole di Philipp Kohlschreiber su Kyrgios e Zverev

Ad essere intervenuto nella questione è stato recentemente anche il tedesco Philipp Kohlschreiber, che ha dichiarato ad Augsburger Allgemeine: “Nick è una persona nota per dire tutto ciò che pensa.

E’ ovvio che con lui la prendi sul personale”. Tuttavia, secondo Kohlschreiber il tennista australiano ha fatto bene a prendere una netta posizione contro Zverev, il quale – punto di riferimento per migliaia di bambini in tutto il mondo – dovrebbe dare sempre il buon esempio.

Philipp ha anche brevemente commentato l’Adria Tour di Novak Djokovic: “L’unica cosa positiva è che adesso hanno capito tutti quanto facilmente puoi essere infettato”. Numero 16 del mondo nell’estate del 2012, Kohlschreiber ha disputato i quarti di finale nell’edizione di Wimbledon di quell’anno.

Negli altri tornei del Grand Slam ha sempre raggiunto per lo meno il quarto turno. Nel suo palmarès figurano 8 titoli del circuito principale, oltre a 10 finali perse. Sceso oggi alla 74° piazza del ranking ATP, in questa stagione Philipp ha trionfato nel Challenger di Canberra sconfiggendo Emil Ruusuvuori in finale.