Halep: "Vincere Wimbledon era un sogno. Forse ancora di più per i miei genitori"



by   |  LETTURE 1003

Halep: "Vincere Wimbledon era un sogno. Forse ancora di più per i miei genitori"

Simona Halep ha spezzato la Maledizione-Slam sulla terra di Bois de Boulogne nel duemiladiciotto e ha conquistato la corona ai Championships tredici mesi dopo. Per avere l’onere e l’onore di inaugurare il Centre Court nel day-2 dovrà comunque attendere il 2021.

Sportivamente parlando una vita. Nel corso di un’intervista rilasciata alla BBC la rumena ha comunque provato a guardare il bicchiere mezzo-pieno a un mese dalla ripartenza. «Adesso mi trovo in una situazione incredibile.

Sarò la campionessa in carica per due anni consecutivi. In pratica ho un anno in più rispetto al normale per godermi quello che ho fattoavvero grandioso. Questa settimana ho ricevuto degli asciugamani, un cappellino e una maglietta dagli organizzatori.

Mi hanno fatto respirare l’atmosfera del torneo per un attimo» ha confessato. «Vincere Wimbledon era un sogno. Anche se forse lo era ancora di più per i miei genitori. Non avevo mai realmente pensato di poterci riuscire.

Se arrivi in finale lì vuol dire che comunque hai raggiunto il più alto livello nel mondo del tennis».

Il "rifiuto" dopo la vittoria

La numero due del mondo ha poi raccontato un aneddoto sulla cena di gala riservata ai campioni e al ballo con Novak Djokovic.

«Ero molto stressata. Alla fine mi hanno detto che in qualunque caso la decisione sarebbe stata mia. Così ho detto di no. Non volevo cadere cercando di ballare» ha raccontato con un sorriso. Ricordiamo che la rumena ha confermato la propria presenza a Palermo il prossimo tre agosto in concomitanza con la ripresa del circuito femminile.

Nonostante le circostanze, e le incertezze, la numero due del mondo ha fatto sapere che potrebbe riconsiderare l’idea di non partecipare allo Us Open qualora la situazione dovesse migliorare nelle prossime settimane.

Secondo i rumors – e Roger Federer – una decisione definitiva sullo spicchio di stagione negli Stati Uniti verrà presa comunque entro la metà di luglio. Il tempo sarà galantuomo, come sempre. Photo Credit: Getty Images