Jo-Wilfried Tsonga spiega come ha iniziato a giocare a tennis



by   |  LETTURE 890

Jo-Wilfried Tsonga spiega come ha iniziato a giocare a tennis

In un'intervista concessa ai microfoni di Le Figaro l'esperto tennista francese Jo-Wilfried Tsonga ha ricordato i suoi primi anni su un campo da tennis, di quando era bambino e aspirava a diventare un tennista professionista.

Come Jo-Wilfried Tsonga ha iniziato a giocare a tennis

Tsonga ha iniziato a praticare tennis grazie a suo padre che faceva l'istruttore di tennis e che ha iniziato davvero a praticare questo sport a 27 anni. A riguardo il tennista francese ha dichiarato: "Mio padre era un istruttore di tennis, faceva ciò per sbarcare il lunario, l'obiettivo è fare qualcosa di soldi.

Ha iniziato solo a 27 anni, ma devo dire che subito aveva acquisito un buon livello tanto che insegnava e faceva i corsi alle persone. Una volta che non andai a giocare a calcio, lo accompagnai e mi mise contro il muro. Io avevo già guardato le sue lezioni, noto' che sapevo impugnare davvero bene la racchetta e di conseguenza decise di inserirmi nelle sue lezioni.

Lui credeva molto nelle mie qualità e decise di affidando ad un tecnico laureato a Le Mans, è lì che ho iniziato la mia scalata. In generale il contatto con il primo tecnico è estremamente importante, è questa che definisce la relazione che il ragazzo avrà con il tennis.

Se incontri persone troppo dure, forse si arriverà a concepire il tennis come solo un duro mestiere. D'altra parte un ragazzo troppo gioviale ti portava a vedere il tennis solo come un hobby da affrontare con piacere"

Se cambierei qualcosa alla mia carriera? Il 35enne risponde: "Se domani mi dicono, inizi da zero e torni all'età di 5 anni, io non cambio nulla e faccio tutto allo stesso modo. Giocavo a tennis nel mio giardino, per strada, capitava a volte che usava il gesso per fare il campo , una rete che veniva fatta con un filo attaccato a due biciclette.

Abbiamo finto di giocare la finale del Roland Garros, mi sono divertito. Quando ho iniziato a giocare a tennis è uscito fuori il mio spirito giovanile ed era davvero divertente" I tennisti che preferivo quando ero giovane? "Le uniche possibilità che avevo di vedere tennis era con la Coppa Davis ed il Roland Garros, Sampras e Agassi giocavano spesso di notte e non potevo vederli, tra i tennisti di quel tempo mi piacevano molto Rafter e Rios.