Emil Ruusuvuori: "Il mio obiettivo è vincere un torneo del Grande Slam"



by   |  LETTURE 814

Emil Ruusuvuori: "Il mio obiettivo è vincere un torneo del Grande Slam"

Emil Ruusuvuori ha vinto cinque tornei Challenger nel 2019 ed è diventato a suon di ottime prestazioni il numero uno del mondo finlandese oltre che uno dei giocatori più promettenti del circuito. Come ha raccontato in un’intervista al sito ufficiale dell’ATP, il classe ‘99 ha iniziato a giocare a tennis per pura coincidenza.

Quando aveva cinque anni, Ruusuvuori fu notato da Mika Muilu durante una partita di badminton. “Mi disse: ‘Sembra che tu abbia una buona coordinazione mano-occhio, vuoi giocare a tennis? ‘ “ , ha dichiarato il finlandese.

“È così che è iniziato tutto. Per una grande coincidenza mi sono appassionato a questo sport” .

Emil Ruusuvuori sogna la vittoria di un torneo del Grande Slam

Quando parla dei suoi obiettivi e dei suoi sogni, Ruusuvuori ha decisamente le idee chiare.

“È una domanda abbastanza semplice. Il mio obiettivo è vincere un torneo del Grande Slam. 2019? È andato tutto piuttosto veloce. Non è stata l’anno più semplice della mia carriera, soprattutto nella fase iniziale.

Ho imparato e capito tutte le cose che bisogna fare per giocare a quel livello. Ho iniziato a vincere alcune partite, poi il primo torneo e poi un altro ancora. Ci è voluto molto lavoro per arrivare a questi risultati, ma nel complesso è stato un anno fantastico” .

Ruusuvuori è cresciuto guardando le partite di Roger Federer e Rafael Nadal e durante la preparazione invernale ha deciso di allenarsi direttamente nell’Accademia del campione spagnolo. “È qualcosa di veramente diverso, il modo in cui colpisce la palla ed il modo in cui mantiene alta l’intensità durante gli allenamenti” , ha proseguito Ruusuvuori parlando di Nadal.

“È qualcosa che non avevo mai provato, uno dei migliori ricordi che ho sul campo da tennis. È sorprendente quanto riesca a colpire forte la palla e quanto riesca sempre a mantenere alta la sua concentrazione.

Ci sono tante cose che puoi imparare da lui" . La sospensione del Tour ATP è arrivata probabilmente nel momento sbagliato per Ruusuvuori. "È stato sicuramente duro. C'erano così tanti grandi tornei in arrivo che non avevo mai giocato, come Indian Wells.

Siamo arrivati ​​lì, ci siamo allenati e poi il torneo è stato cancellato. Non è stato facile" .