Hanfmann: “Federer e Nadal non si sarebbero mai comportati come Zverev”



by   |  LETTURE 2725

Hanfmann: “Federer e Nadal non si sarebbero mai comportati come Zverev”

Il tennista teutonico Yannick Hanfmann, classe 1991, occupa attualmente la 143° posizione del ranking ATP. In carriera non ha mai superato il primo turno di un torneo del Grand Slam, ma ha comunque disputato una finale del circuito maggiore nel luglio del 2017, quando è stato sconfitto dal nostro Fabio Fognini per 6-4 7-5 nell’ATP 250 svizzero di Gstaad.

In un’intervista per Tennis Magazin, il giocatore di Karlsruhe ha parlato della recente condotta di Alexander Zverev.

Yannick Hanfmann: "Quello che ha fatto Zverev, Federer e Nadal non lo avrebbero mai fatto"

Negli ultimi giorni, Zverev – che ha anche preso parte all’Adria Tour di Novak Djokovic – è stato oggetto di numerose critiche provenienti dal mondo del tennis a causa di alcuni video che lo ritraggono ad una festa organizzata a Montecarlo, ancora una volta senza le necessarie misure di sicurezza contro il Coronavirus.

“Sicuramente oggi Sascha non è proprio il preferito dai mass media in generale”, ha commentato Hanfmann, “ma laggiù è andato ancora oltre. Quando ho visto il video, mi sono detto: ‘Dio mio, Alexander, così non ci semplifichi le cose’.

Ho anche pensato al suo tour con Roger Federer, quando disse che aveva imparato un sacco di cose. Credo che Federer o Rafael Nadal non avrebbero mai fatto una cosa del genere”. Inutile ricordare come l’Adria Tour sia presto diventato un caso mediatico, a seguito dell’annuncio della positività al virus di Grigor Dimitrov, Borna Coric, Viktor Troicki, Nole Djokovic e la moglie Jelena Ristic, oltre a Goran Ivanisevic.

Il circuito organizzato dal numero uno del mondo, in cui non sono state fornite nemmeno le mascherine, ha previsto tra l’altro una partita a calcetto, una a basket ed una festa in discoteca, a cui hanno preso parte pressoché tutti i membri del tour.

Alexander Zverev, oggi numero 7 ATP, ha affrontato Yannick Hanfmann un'unica volta in carriera: agli ottavi di finale di Monaco 2018, incontro vinto dal più giovane in rimonta al terzo set.