Coco Gauff: "US Open a porte chiuse? Meglio per me"



by   |  LETTURE 1159

Coco Gauff: "US Open a porte chiuse? Meglio per me"

Esordire a livello Slam a 15 anni e mezzo non è un’impresa da tutti. Farlo e vincere contro Venus Williams, su quello stesso campo in cui la leggenda statunitense aveva trionfato per cinque volte in carriera, è privilegio dei predestinati.

E tale è Coco Gauff, la tennista americano classe 2004 capace nel giro di pochi mesi lo scorso anno di approdare agli ottavi di finale a Wimbledon, di estromettere dagli US Open la campionessa uscente Naomi Osaka e di vincere a Linz il primo titolo WTA, dopo aver eliminato tenniste del calibro di Bertens, Petkovic e Ostapenko.

Contro Osaka, poi, Coco avrebbe bissato in apertura di 2020, eliminando la giapponese anche agli Australian Open. Difficile immaginare che una ragazzina di 16 anni possa aver già fatto tutto questo: eppure Coco ci è riuscita, dimostrando un’incredibile capacità di gestire pressioni ed aspettative, oltre ovviamente a doti tecniche e fisiche fuori dal comune.

Nel corso di una recente intervista concessa a BBC Sport, tuttavia, Gauff ha rivelato un dettaglio interessante riguardo alla prossima edizione degli US Open e al fatto che si giocherà a porte chiuse: il che, secondo Cori, rappresenterebbe per lei addirittura un vantaggio.

Coco Gauff dice la sua sugli US Open a porte chiuse

A causa dell’emergenza coronavirus, infatti, a Flushing Meadows si giocherà a porte chiuse: un fatto che teoricamente potrebbe sfavorire i tennisti locali, sospinti da un pubblico non certo educato come quello di Wimbledon.

Gauff ritiene invece che l’assenza di spettatori possa giocare a suo favore, visto che si verrebbero a creare condizioni al contorno simili a quelle che fanno da cornice ai match del circuito juniores. “Sarà più facile per me” ha infatti commentato la 16enne originaria di Delray Beach.

“Sono nel circuito soltanto da un anno, perciò per me sarà semplicemente un ritorno agli anni da junior, quando non avevamo mai un grande pubblico. Di solito a vederti nei tornei c’erano soltanto i tuoi genitori”.

Riguardo alla ripartenza del circuito, Cori scalpita e non vede l’ora di tornare. “Sono pronta a tornare in campo e a riprendere a viaggiare” ha infatti sottolineato Gauff. “Preferisco viaggiare che stare a casa”.

Photo Credit: Getty Images