Kiki Bertens rincara la dose: "Abbiamo visto tutti cosa è successo all'Adria Tour"



by   |  LETTURE 1196

Kiki Bertens rincara la dose: "Abbiamo visto tutti cosa è successo all'Adria Tour"

Già nelle ultime settimane aveva criticato aspramente Novak Djokovic e l'organizzazione dell'Adria Tour ed ora una delle prime 10 giocatrici al mondo, la tennista olandese Kiki Bertens, ha rincarato la dose e parlato della situazione riguardante il tennis mondiale.

Inizialmente la tennista ha commentato ciò che è accaduto all'Adria Tour attaccando Novak Djokovic con un secco "In che mondo vive" Ora, dopo qualche giorno la situazione non è migliorata, anzi.

Ecco in particolare le sue dichiarazioni: "Ad essere sincera non ho idea se e quando si tornerà a giocare a tennis. Penso che solo a metà Luglio sapremo se il tour inizierà al 100 % e soprattutto se gli Us Open si disputeranno.

In questo momento mi sto allenando in funzione della ripresa, ma al momento non è sicuro viaggiare in tutto il mondo per poter disputare dei tornei. Ci sono paesi dove la situazione è migliorata ed altri dove invece no.

Bisogna vedere come evolve il virus" La positività di Novak Djokovic e degli altri tennisti all'Adria Tour: "Abbiamo visto in tutto il mondo le immagini in Serbia. Non mi ha sorpreso il fatto che alcuni giocatori abbiano contratto il virus.

Non c'era distanza sociale da nessuna parte e il virus poteva diffondersi tranquillamente"

La posizione sul virus e cosa farà in futuro la Bertens

La tennista olandese poi prosegue: "È positivo che gli organizzatori di Atp, WTA, ITF e altri tornei imparino da quello che è successo.

La nostra sicurezza è la priorità e visto che ci incontreremo tutti alla ripresa bisogna stare attenti. È vero che non ci sarà pubblico, ma bisogna indagare e stare attenti, abbiamo visto quello che è successo all'Adria Tour.

Sono curiosa di sapere come si comporteranno" La Bertens parteciperà all'esibizione a Berlino dal 13 al 15 Luglio: "Il primo obiettivo è divertirsi, naturalmente sempre se è permesso. Ovviamente proverò a vincere e ci sono grandi avversarie. Può essere un buon allenamento in vista della ripresa del tennis. Farò del mio meglio"