Jamie Murray: “Deplorevole quanto accaduto all’Adria Tour di Djokovic”



by   |  LETTURE 1806

Jamie Murray: “Deplorevole quanto accaduto all’Adria Tour di Djokovic”

Classe 1986, il britannico Jamie Murray è il fratello maggiore dell’ex numero uno ATP Andy. Grande doppista, Jamie ha trionfato agli Australian Open e Us Open 2016, raggiungendo anche una finale a Wimbledon l’anno precedente.

In questa specialità, in cui vanta in totale ben 23 trofei (tra cui anche un’edizione del Western & Southern Open di Cincinnati), ha ricoperto la prima posizione del ranking mondiale nell’aprile del 2016.

In questi giorni, fino al prossimo 28 giugno, Jamie si occupa di organizzare un torneo di esibizione in Gran Bretagna denominato appunto ‘The Battle of Brits’, per il quale ha deciso fin da subito di metterne in evidenza le differenze con il tanto criticato Adria Tour di Novak Djokovic, organizzato in Serbia.

Jamie Murray: "Deprecabile quanto andato in scena all'Adria Tour"

In una recentissima intervista rilasciata alla BBC, Jamie ha infatti dichiarato: “Noi abbiamo preso tutte le precauzioni possibili. Consigliamo a tutti di mantenere la distanza di sicurezza e non ci vedrete in eventi sociali o dandoci abbracci, non vogliamo che qualcuno si ammali.

Ci siamo riuniti per stabilire con chiarezza come dovremo comportarci. Siamo riferimenti sociali per molti bambini e non possiamo deluderli. Ciò che è accaduto all’Adria Tour è deplorevole”. All’evento, in singolare, partecipano anche Daniel Evans, Kyle Edmund, Cameron Norrie, Andy Murray, Jay Clarke, Liam Broady, James Ward e Jack Draper.

Per quanto riguarda l’edizione di doppio, oltre la coppia Jamie Murray & Neal Skupski, presenti anche quella formata da Joe Salisbury e Jonny O’Mara, Dan Evans e Lloyd Glasspool, Cameron Norrie e Liam Broady, Dominic Inglot e Jay Clarke, per concludere con quella composta da Kyle Edmund e Jack Draper.

Jamie Murray, oggi oltre la 25° posizione del ranking ATP, non ha superato il secondo turno degli Australian Open 2020, sconfitto in coppia con Skupski dagli americani Steve Johnson e Sam Querrey. Per quanto riguarda gli altri tornei, Jamie ha raggiunto al massimo le semifinali agli eventi di Adelaide e Montpellier, battuto in entrambi i casi al terzo e decisivo set.