Volandri sugli Assoluti di Todi: "Assistiamo all'ottima ripartenza del tennis"



by   |  LETTURE 771

Volandri sugli Assoluti di Todi: "Assistiamo all'ottima ripartenza del tennis"

I Campionati Italiani Assoluti sono pronti a lanciare la ripartenza del tennis in Italia. Il Tennis Club Todi ospiterà il prestigioso torneo italiano dal 22 al 28 giugno. L'evento vedrà la partecipazione di Lorenzo Sonego, Federico Gaio, Thomas Fabbiano, Lorenzo Giustino, Roberto Marcora, Gian Marco Moroni, Lorenzo Musetti e molti altri.

Filippo Volandri, ex numero 25 del mondo ed attuale direttore del Centro Tecnico di Tirrenia, ha assistito alle partite di qualificazione e non vede l’ora che il torneo entri nel vivo.

Filippo Volandri e l'importanza dei Campionati Italiani Assoluti

“Assistiamo all’ottima ripartenza del tennis italiano" , ha dichiarato l'azzuro nel corso di un'intervista alla FIT.

"L’obiettivo è che i ragazzi ricomincino ad avvertire le sensazioni dei match veri. Questo non è assolutamente un momento facile per nessuno. Sono contento che tanti giovani abbiano la possibilità di tornare a competere: sia a livello femminile sia a livello maschile i tabelloni sono davvero interessanti.

Nonostante l’assenza dell’ultimo minuto di Matteo Berrettini, da Lorenzo Sonego in giù sono tanti i giocatori di livello internazionale presenti, oltre alle giovani promesse" . Federico Gaio, testa di serie numero 2, sarà uno dei principali protagonisti del torneo e farà il suo esordio contro uno dei tennisti provenienti dalle qualificazioni.

"Sarà un po’ strano" , ha raccontato Gaio in un’intervista esclusiva alla rivista “Il Tennis Italiano” . "Mi aspetto una bella ripresa per tornare ai limiti del possibile alla normalità.

A tutti manca la partita, è un test in cui valuterò le mie condizioni attuali. Sarà importante sopratutto per vedere su quali aspetti posso migliorare dopo il lungo digiuno. Sospensione del Tour ATP nel mio momento migliore? Storicamente non sono abituato a vincere troppe partite nei primi mesi della stagione.

È un peccato perché avrei avuto pochi punti da difendere per il resto dell’anno. Dispiace, ma punto a rientrare più forte di prima" .