Tsitsipas corregge il tiro: "Penso di essermi messo troppa pressione addosso"



by   |  LETTURE 1154

Tsitsipas corregge il tiro: "Penso di essermi messo troppa pressione addosso"

Aveva confessato di sentirsi pronto per uno Slam, magari per spezzare l'egemonia di Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic. D'altronde, cosa avrebbe potuto dire dopo la clamorosa affermazione alle ATP Finals? Ebbene, Stefanos Tsitsipas ha corretto il tiro.

Dopo poco meno di dodici mesi, passati quasi completamente ai box, nel corso di una chiacchierata con Alize Lim per "Tennis Majors" ha provato a chiarire la sua posizione. Con una ritrovata consapevolezza. «Credo di aver detto delle cose troppo grandi per essere prese sul serio.

E penso anche di essermi messo troppa pressione addosso puntando così in alto. Devo prendere tutto quello che trovo un passo alla volta. E non guardare troppo verso il futuro. Dovrei parlare meno di cose del genere e concentrarmi di più sul presente, godermi il processo.

I successi prima o poi arriveranno».

Pazienza, chiave per il successo

Male in Australia, bene in Europa. Questo il bollettino parziale del talento greco in stagione, stoppato dal Covid proprio quando le cose sembravano ingranare, alla vigilia dei Masters 1000 di Indian Wells e Miami, terreno potenzialmente fertile per il greco.

Dopo il terzo turno a Melbourne Park, la riconferma sotto i tetti di Marsiglia e la finale nel "500" di Dubai contro Novak Djokovic. «La gente tende a chiedermi sempre le stesse cose. E sono ormai del parere che la pazienza sia una delle chiavi per arrivare al successo.

I Big 3 sono ancora molto difficili da battere, hanno sempre più esperienza, paradossalmente giocano meglio oggi di quanto non facessero anni fa. Sembra sempre che siano loro ad aggiungere qualcosa al proprio piano tattico e a migliorare» ha spiegato con grande lucidità.

Tsitsipas, uno dei personaggi più discussi nelle prime settimane di lockdown, è entrato nel roster dell'Ultimate Tennis Showdown studiato e voluto da Patrick Mouratoglu. A Nizza insieme a lui saranno presenti anche Matteo Berrettini, David Goffin, Richard Gasquet, Lucas Pouille, Alexei Popyrin e Dustin Brown. Photo Credit: Getty Images