Stefanos Tsitsipas: “Difficile trovare la motivazione”



by   |  LETTURE 1356

Stefanos Tsitsipas: “Difficile trovare la motivazione”

In questo periodo storico così complesso a livello globale, non devono certo mancare le difficoltà anche ai più forti interpreti del circuito ATP, che devono trovare voglia, determinazione e grinta in un momento dell’anno in cui non si gioca ormai da febbraio, con il rischio di non riprendere le competizioni nemmeno in estate.

Il ventunenne greco Stefanos Tsitsipas, numero 6 del mondo nelle ultime classifiche ATP, ha messo in evidenza proprio questo fatto, nel corso della sua recente conversazione con Alize Lim a Tennis Majors.

Le parole di Tsitsipas e il suo aiuto ai giocatori più in basso nel ranking

Il giocatore di Atene ha così dichiarato: “E’ piuttosto complicato.

Voglio considerarla come una pre-season, ma al tempo stesso mi dico: ‘Aspetta, potrebbe richiedere molto tempo prima di ricominciare a giocare’. E’ difficile trovare la motivazione, questo è sicuro, ma nello stesso momento faccio: ‘Devi solo giocare a tennis, divertirti e non pensare troppo a chi sia il tuo prossimo avversario o dove si terrà il prossimo torneo.

Per questo gioco ogni giorno; certe volte è un po’ difficile per me trovare la motivazione, mi sento giù mentalmente, in certi casi non ho voglia di giocare ma lo faccio lo stesso perché è per migliorare”.

Tsitsipas ha infine spiegato il suo progetto con Patrick Mouratoglou finalizzato ad aiutare e sostenere economicamente i giocatori al di fuori della top 100 del ranking ATP: “Io e Patrick abbiamo deciso di iniziare la raccolta fondi per aiutare tutti coloro oltre la 100° posizione mondiale, aiutarli finanziariamente durante la crisi e fornire loro un supporto, nell’ultimo paio di settimane abbiamo contribuito molto.

Alle persone interessa, perciò ci aiutano. La cosa migliore è che il denaro finisce direttamente all’ATP e alla WTA, in quanto supporta entrambe le federazioni”. Tsitsipas ha raggiunto al massimo la 5° posizione della classifica mondiale nell’agosto 2019, anno in cui ha trionfato alle ATP Finals di Londra.