Kvitova sul tennis senza pubblico: "Preferisco che i tornei vengano annullati"



by   |  LETTURE 1121

Kvitova sul tennis senza pubblico: "Preferisco che i tornei vengano annullati"

L’emergenza sanitaria causata dal diffondersi del Coronavirus ha cambiato il mondo dello sport. I pochi eventi che hanno ripreso ad intrattenere le persone hanno dovuto conformarsi alle norme previste dai vari governi nazionali.

Il caso emblematico è la ripresa della Bundesliga in Germania, uno dei più importanti campionati di calcio, che si sta disputando senza la presenza del pubblico. Ovviamente, anche il tennis sta pensando, sotto questo aspetto, ad una rivoluzione per la sua eventuale ripartenza.

Uno degli argomenti più discussi è proprio quello relativo alla riprogrammazione dei tornei del Grande Slam.

Il no di Kvitova alla ripartenza del tennis senza pubblico

Petra Kvitova ha espresso la sua opinione sulla questione in un’intervista all’agenzia AFP.

“Qualche mese fa ho compiuto 30 anni, non sono più una bambina” , ha spiegato la tennista ceca. “Vorrei giocare il maggior numero possibile di tornei del Grande Slam, ma non amo giocare senza pubblico.

Se dobbiamo giocare in questo modo, senza grandi motivazioni, preferisco che i tornei vengano annullati. Per un tennista, giocare i tornei dello Slam è il massimo, ma competere senza la presenza dei fan non mi sembra corretto.

Il pubblico è la nostra forza trainante. Questa è la mia opinione, ma alla fine gli organizzatori avranno l’ultima parola”. Questa settimana si svolgerà un torneo di esibizione in Repubblica Ceca e Kvitova sarà una delle giocatrici in gara.

“Giocheremo questo torneo per cercare di promuovere la ripresa del tennis non solo nel nostro paese, ma in tutto il mondo. La cosa più difficile sarà ritrovare il ritmo giusto. Troveremo un ambiente strano, dovremo abituarci a questo tipo di circostanze. Al momento non è giusto stringere la mano al tuo avversario dopo la partita”.