Stagione finita? Pavlyuchenkova: "Mi piacerebbe ricominciare, ma non sono ottimista"



by   |  LETTURE 634

Stagione finita? Pavlyuchenkova: "Mi piacerebbe ricominciare, ma non sono ottimista"

La collaborazione tra Anastasia Pavlyuchenkova e Sam Sumyk si è interrotta nel bel mezzo del lockdown. Una stranezza sotto tutti i punti di vista, dato che nel registro dei risultati della russa (figlio di quattro mesi di lavoro) non figuravano solo le finali a Osaka e Mosca.

Ma anche e soprattutto i quarti di finale su blu di Melbourne Park. Nel corso di una chiacchierata con ragazzi di "Tennis Majors" la russa ha dribblato la questione, ma ha comunque provato a tirare le somme. Su come sta vivendo nella sua Mosca, sul fondo di solidarietà per i giocatori in difficoltà, su un'ipotetica fusione tra ATP e WTA.

«Ci troviamo in una situazione inedita. E ci sono tante cose da considerare. Dobbiamo essere consapevoli del fatto che tanti giocatori sono in negativo dal punto di vista economico. Nel mio caso è diverso, ma credo che tutti stiano ancora aspettando delle direttive e delle risposte dagli Slam.

In generale sono a favore dei cambiamenti. Credo anche che dovremmo analizzare meglio la distribuzione dei premi nei tornei perché ci sono ancora troppe diseguaglianze. Ero a conoscenza dell'idea di ATP e WTA di unirsi.

Ne avevano parlato durante una riunione lo scorso ottobre. Vedremo come si svilupperà la cosa. L'appoggio di Federer e Nadal potrebbe rendere le cose più facili. Un giorno secondo me ci riusciremo» ha spiegato.

Stagione finita?

ATP e WTA hanno esteso lo stop almeno fino a fine luglio. Sappiamo ormai che per conoscere le sorti della stagione dovremo attendere una manciata di settimane. Nel cielo di Pavlyuchenkova raggi di sole se ne vedono pochi.

«Mi piacerebbe ricominciare a giocare presto, ma non sono molto ottimista. Il nostro è uno sport worldwide e riprendere potrebbe essere molto complicato» ha concluso.