Venus Williams ricorda il periodo nero vissuto nel 2011


by   |  LETTURE 1239
Venus Williams ricorda il periodo nero vissuto nel 2011

Quella di Venus Williams è una carriera incredibilmente longeva e ricca di successi, tra cui spiccano i sette titoli Slam conquistati tra 2000 e 2008. Eppure quella carriera ha vissuto un momento di profonda crisi, nel 2011, quando a Venus fu diagnosticata la sindrome di Sjögren: una malattia autoimmune reumatica, che le toglieva energie e rendeva i suoi muscoli deboli e proni agli infortuni.

Proprio di quel periodo difficile Venus ha parlato in un’intervista concessa a Prevention.com nel 2019. “Potevo lavorare sodo quanto volevo, ma ero sempre esausta, a corto di fiato e non mi sentivo mai in forma” ha ricordato la maggiore delle sorelle Williams.

“I miei sintomi peggioravano progressivamente, fino al punto che non riuscivo più a giocare a tennis a livello professionistico. Sfortunatamente, questo è tipico delle persone che soffrono di malattie autoimmuni.

Sono molto difficili da diagnosticare. Il tennis professionistico mi fu letteralmente strappato via prima che mi venisse data la giusta diagnosi. Perciò potete immaginare quanto profondamente questa cosa abbia impattato il mio gioco.

Mi sentivo fuori controllo” ha concluso Venus. La sua tenacia e la sua passione per il tennis le hanno permesso poi di uscire dal baratro: già nel 2012, la cinque volte campionessa di Wimbledon rientrava nel circuito WTA, e nel luglio di quell’anno conquistò a Londra la terza medaglia d’oro in doppio al fianco della sorella Serena. Photo Credit: Getty Images