Chardy: "Sono tempi difficili per tutti. Non abbiamo mai vissuto nulla di simile"


by   |  LETTURE 593
Chardy: "Sono tempi difficili per tutti. Non abbiamo mai vissuto nulla di simile"

“D’ora in poi non so se sono un disoccupato, un lavoratore in congedo per paternità o un giocatore di tennis”. Jeremy Chardy aveva già espresso le sue preoccupazioni sul delicato momento vissuto dal mondo dello sport in una recente intervista.

Il tennista francese è tornato a parlare della sospensione del Tour al sito ufficiale dell’ATP. “Sono tempi molto difficili per tutti” , ha spiegato l’attuale numero 59 del mondo. “Non abbiamo mai vissuto nulla di simile e la situazione diventa sempre più dura giorno dopo giorno.

È importante che tutti comprendano quanto sia fondamentale restare a casa ora. Bisogna prendersi cura non solo di se stessi, ma di tutte le persone che amiamo e che ci circondano. Torneo preferito? È chiaro che per un giocatore francese il torneo preferito è il Roland Garros.

Essere in grado di giocare con il pubblico che ti sostiene è speciale. Tra gli spalti puoi vedere molte persone famose, tutti i tuoi amici ed anche la tua famiglia”. Chardy si è poi soffermato sul miglior momento della sua carriera.

“Ne ho avuti molti ed è difficile sceglierne uno. Ricordo bene una delle mie prime apparizioni al Roland Garros. Era il 2008 e giocai grazie ad una wild card. Raggiunsi il quarto turno ed entrai in top 100 per la prima volta.

È stato un momento davvero speciale. Non dimenticherò mai anche il debutto con la Francia in Coppa Davis”.