Sharapova: "L'Italia è la mia seconda casa. Navighiamo insieme in queste incertezze"


by   |  LETTURE 4170
Sharapova: "L'Italia è la mia seconda casa. Navighiamo insieme in queste incertezze"

“Come fai a lasciarti alle spalle l’unica vita che tu abbia mai conosciuto? Come ti allontani dai campi su cui ti sei allenata da quando eri una bambina, il gioco che ami, che ti ha portato dolori e felicità incredibili, uno sport in cui hai trovato una famiglia, insieme ai tifosi che ti seguono da sempre per oltre 28 anni? Lo so questo, quindi per favore perdonami.

Tennis, ti sto dicendo addio”. Con questa commovente lettera, Maria Sharapova ha annunciato la fine della sua carriera sportiva lo scorso 26 febbraio. La campionessa russa ha vinto tre volte il WTA di Roma ed ha spesso pronunciate parole di grande ammirazione per tutta l’Italia.

L’emergenza sanitaria causata dal diffondersi del Coronavirus sta colpendo tutto il mondo ma in particolare il nostro Paese, che in questo momento ha bisogno della collaborazione di tutti suoi abitanti. Sharapova ha voluto lanciare un bellissimo messaggio all’Italia e agli italiani in difficoltà attraverso la rivista Vanity Fair.

"Ho conosciuto l’Italia quando ero una bambina e me ne sono innamorata subito. Nell’ultimo anno mi sono allenata soprattutto in Italia e la considero la mia seconda casa. Ho mangiato più pasta al pesto io di chiunque altra, ho conosciuto nuovi amici ed un team che ha avuto un impatto significativo sul mio modo di considerare il valore e la qualità del lavoro.

Far visita agli amici di Positano, fare una nuotata al tramonto ad Amalfi. Trovarmi per uno spritz e mangiare salame con la mia piccola famiglia nella Vecchia Bordighera. Passeggiare nelle strade affollate di Roma. Navighiamo insieme in queste incertezze.

Facciamolo con gentilezza, amore e ottimismo. Tutte le bellissime qualità che l’Italia ha condiviso con me. Per favore, stiamo a casa”.