Madrid, si pensa già al 2021. Lopez: "Tutti insieme risolveremo il problema"


by   |  LETTURE 680
Madrid, si pensa già al 2021. Lopez: "Tutti insieme risolveremo il problema"

Gli organizzatori del Mutua Madrid Open hanno immediatamente rinunciato a trovare una soluzione alternativa alla cancellazione. Come ha spiegato Feliciano Lopez, direttore del torneo, anche solo l'idea di proporre il torneo in un'altra data sarebbe stata controproducente.

«Stiamo già lavorando all'edizione dell'anno prossimo. Festeggeremo il ventesimo anniversiario e speriamo sarà per tutti una grande festa» ha spiegato. «I nostri sponsor hanno compreso perfettamente la situazione, nessuno vuole mettere i propri interessi a rischio in questo momento.

Non c'è nemmeno il rischio che il torneo scompaia dal calendario». Non avremo nessuna stagione sul rosso, è vero, ma in compenso il Roland Garros a una settimana dalla finale degli Us Open. «Hanno preso la decisione senza consultare i giocatori o i membri delle altre Federazioni.

Non sappiamo quando riprenderemo a giocare e al momento la situazione non sembra migliorare in Europa. Diciamo che loro hanno pensato solamente ai interessi. Avremmo dovuto prendere una decisione tutti insieme, soprattutto per non danneggiare gli altri tornei.

Non sarebbe l'ideale giocare due Slam a distanza di così poco tempo, ma abbiamo passatto di peggio. I giocatori di tennis si adattano facilmente ai cambi di superficie e soprattutto di orario». Dalla straordinaria vittoria al Queen's (in singolare e in doppio) il trentottenne spagnolo ha raccolto le briciole.

Ma non ha cambiato i piani. «In questo momento mi sembra di vivere in un film. Quello che sta succedendo è surreale per tutti. Per quanto riguarda il ritiro, penso semplicemente anno dopo anno. Voglio godermi questo lavoro e non escludo nemmeno che lo stop possa aiutare ad allungare di un po' la mia carriera».

La consapevolezza è l'arma principale per affrontare l'emergenza. Stare a casa non è più solamente una scelta. «Vivo in una grande casa nella periferia di Madrid, questo mi permette di uscire in giardino e per strada.

Credo che in questo momento sia più difficile per chi vive in realtà più piccole. Mi sto allenando e sono in continuo contatto con il mio staff, ma posso dire che le priorità in questo momento sono altre.

Sono sicuro che tutti insieme risolveremo il problema» ha concluso Photo Credit: Getty Images
Fonte: Radio El Larguero