Carreno Busta: "Al momento il calendario ATP è quello che conta di meno per me"


by   |  LETTURE 894
Carreno Busta: "Al momento il calendario ATP è quello che conta di meno per me"

“Dopo attente valutazioni, considerata l'evoluzione del COVID-19, tutti i tornei i tornei in programma sulla terra in Europa non saranno disputati nelle date prestabilite. Questo include anche i combined ATP/WTA di Madrid e Roma, i WTA di Strasburgo e Rabat e gli ATP di Monaco, Estoril, Lione e Ginevra.

Stessa sorte per i tornei Challenger e gli eventi del circuito ITF. Questa emergenza richiede la collaborazione di noi tutti. Stiamo valutando le opzioni per riprogrammare il calendario, inoltre ci impegneremo a risolvere i problemi con i giocatori, gli organizzatori dei tornei e ovviamente anche tutti gli organi governativi.

Questo non è il momento di agire da soli. Le decisioni vanno prese insieme, una visione che condividiamo ATP, WTA, ITF, AELTC, Tennis Australia e Usta”. Questa la nota apparsa sul sito ufficiale dell’ATP, che ha deciso di sospendere il Tour fino al 7 giugno.

Nell’ultima parte della nota si può notare l’evidente stoccata alla scelta presa dagli organizzatori del Roland Garros di spostare lo Slam parigino a fine settembre. Proprio di questo e dell’emergenza sanitaria che sta colpendo il mondo ha parlato Pablo Carreno Busta.

“Non è l’opzione migliore, ma al momento il calendario ATP è quello che conta di meno per me. Ciò che conta davvero è che tutti noi possiamo superare questo momento difficile. Evitare il contagio e quando le cose miglioreranno riprenderemo ad allenarci e penseremo al tennis. Da quel momento penserò anche al calendario ”.