Roland Garros, J.Murray: "Le persone prendono decisioni senza consultare i giocatori"


by   |  LETTURE 587
Roland Garros, J.Murray: "Le persone prendono decisioni senza consultare i giocatori"

“Abbiamo preso una decisione tanto difficile quanto coraggiosa in una situazione senza precedenti. Stiamo agendo responsabilmente e debbiamo lavorare insieme nella battaglia per assicurare la salute e la sicurezza di tutti.

Anche se nessuno è in grado di prevede quale sarà la situazione il 18 maggio, le attuali misure restrittive ci hanno impedito di continuare con i preparativi Al fine di agire responsabilmente e proteggere la salute dei nostri dipendenti e fornitori di servizi durante il periodo organizzativo, la FFT ha scelto l'unica opzione che permetterà di mantenere l'edizione del torneo el 2020.

In questo importante periodo della sua storia, e poiché il progresso nella mordernizazzione dello stadio garantisce lo svolgimento in quel quel periodo, la FFT ha deciso di mantenerlo" Con questa nota, Bernard Giudicelli, presidente della FFT, ha annunciato che il Roland Garros si disputerà dal 20 settembre al 4 ottobre.

Una decisione improvvisa ed autonoma, che ha scatenato la reazione di molti giocatori e degli stessi organi ATP e WTA. Jamie Murray, due volte campione Slam in doppio e fratello di Andy, ha espresso tutto il suo disappunto per la scelta presa dallo Slam parigino in un’intervista a GoTennis.

“È stata una decisione sorprendente, pensavo che nel tennis tutti lavorassimo insieme” , ha spiegato il britannico. “I soldi non sono tutto. È molto fastidioso vedere persone che prendono alcune importanti decisioni senza consultare i giocatori, senza conoscere le loro opinioni. Cosa accadrà ai tornei che si svolgono nelle stesse settimane del Roland Garros? “.