Franulovic: "L'ATP non ha mai considerato di giocare i tornei a porte chiuse"


by   |  LETTURE 580
Franulovic: "L'ATP non ha mai considerato di giocare i tornei a porte chiuse"

Il Monte-Carlo Masters è uno dei tornei che sono stati annullati dall’ATP la scorsa settimana, il che significa che il tennis maschile non riprenderà almeno fino al 26 aprile a causa dell’emergenza Coronavirus.

Per evitare una lunga serie di cancellazioni, si era vociferato che alcuni tornei potessero giocarsi a porte chiuse, ma a quanto pare non sarebbe mai stata una reale opzione. “L’ATP ha preso la decisione di annullare i tornei per le prossime sei settimane, nessun’altra opzione è stata presa in considerazione” – ha confidato a L’Equipe Zeljko Franulovic, direttore del Masters 1000 monegasco.

“Credo sia una decisione corretta, perché si tratta di una questione legata alla salute dei giocatori e degli spettatori. La situazione sta peggiorando ovunque, bisogna essere lucidi. Come si può immaginare, è stato un duro colpo quando abbiamo appreso questa notizia.

È triste, non solo per me, ma per tutto il mio team che ha lavorato così duramente per questa edizione. È triste anche per i giocatori che amano il torneo, così come per i nostri partner e per gli spettatori di tutto il mondo.

È la salute che prevale, non volevamo correre alcun rischio. I rimborsi verranno effettuati automaticamente il prima possibile, massimo entro due o tre settimane. Ci sarà un deficit, non è un segreto, ma questo non mette in discussione il futuro finanziario del torneo” – ha aggiunto.